Anteprima

Toyota Rav4 EV e le altre


Avatar Redazionale , il 30/11/10

10 anni fa - Dall'accordo con Tesla nasce la Toyota Rav4 EV. Ma non sarà l'unica.

La Toyota Rav4 EV fa da antipasto a una vera e proria ondata di mezzi ecologici, che da qui al 2015 nasceranno sotto il segno delle tre ellissi. Ad animarla c'è un cuore high tech firmato Tesla.

APRIPISTA Verniciata in un esclusivo colore bianco perlato, la Toyota Rav4 EV ha il physique-du-rôle perfetto per vestire, anche fuor di metafora, i panni della proverbiale punta dell’iceberg. Presentata all’ultimo Salone di Los Angeles, la versione elettrica della tuttoterreno giapponese incarna infatti tutti i buoni propositi del marchio giapponese in materia di mobilità sostenibile e viene indicata come apripista di tutti in modelli ecologici prossimi venturi. E, stando alle dichiarazioni ufficiali, ce ne saranno davvero molti.

UN VOLTO NUOVO Prima di guardare lontano, però, andiamo con ordine e passiamo sotto la lente d’ingrandimento proprio la Toyota Rav4 EV. Si tratta del primo frutto tangibile della collaborazione con l’americana Tesla, che è all’avanguardia in materia di veicoli elettrici e che ha recentemente stretto un accordo con il colosso nipponico. La macchina si riconosce da una qualsiasi Rav4 a motore termico per la forma più levigata dei fascioni paraurti e della mascherina, che qui non devono più favorire il raffreddamento e puntano invece a migliorare la penetrazione aerodinamica. Nel frontale si nota anche la presenza di nuovi fendinebbia a Led, mentre a fare da contorno ci sono poi cerchi bruniti a cinque razze da 18”.

VEDI ANCHE



A TUTTO VOLUME Quanto all’interno, i segni particolari sono giusto la chiave elettronica e il navigatore con schermo touchscreen. Giù il cappello davanti al lavoro degli ingegneri che hanno sistemato il motore e il pacchetto delle batterie agli ioni di litio by Tesla in modo tale da non sacrificare nemmeno un litro della capacità di carico. Messa sulla bilancia, la Toyota Rav4 EV fa registrare un centinaio di kg in più rispetto alle sorelle che già circolano su strada ma i tecnici giurano che la differenza non si senta, grazie a interventi mirati alle sospensioni e allo sterzo.

PUNTO DI PARTENZA Per scoprire se si tratta di promesse da marinaio bisognerà però aspettare ancora un po’. Nel corso del 2011 saranno infatti testati 35 esemplari di preserie, mentre la vera e propria produzione della Toyota Rav4 EV porterà le macchine nelle concessionarie solo nel 2012. Quell’anno, alla faccia delle profezie dei Maya, sarà un punto di partenza importantissimo per la gamma ecologica: quando si tapperanno le bottiglie a San Silvestro, il listino Toyota comprenderà ben 11 modelli ibridi, tra cui uno di una citycar per il quale si parla di una percorrenza media di 40-45 km/litro.

PLUG (IN) AND PLAY Prima ancora, nei primi mesi del 2012, arriverà nelle vetrine delle concessionarie, anche la versione Plug-in della Prius, seguita a breve distanza anche da una variante totalmente elettrica della tascabile iQ. D’altro canto, quanto alla Toyota credano al futuro dell’elettrico è testimoniato anche dal fatto che sia stata creata una divisione specializzata nella ricerca e nello sviluppo di batterie di nuova generazione, che permettano di superare i limiti di quelle attuali. Il tutto, però, senza dimenticare anche l’alternativa rappresentata dalle celle a combustibile, che alimenteranno una berlina attesa invece per il 2015.


Pubblicato da Paolo Sardi, 30/11/2010
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox