News

Maxi-richiamo Toyota: 204.075 autovetture in Italia


Avatar di Luca Cereda , il 10/10/12

9 anni fa - Auris, Corolla, Rav4 e Yaris i modelli interessati dal mai-richiamo Toyota

Toyota richiama milioni di auto nel mondo per un problema all'interruttore del finestrino. In Italia sono 204.075 le auto da ispezionare, tra Auris, Yaris, Rav4 e Corolla

RIENTRO ALLA BASE Più che un richiamo, un’adunata. Toyota ha ufficialmente invitato ad un pit-stop in officina oltre 7 milioni e 400mila auto nel mondo. Sotto inchiesta c’è un possibile malfunzionamento del comando del finestrino lato guidatore, difetto che potenzialmente interessa quattro modelli della Casa commercializzati in Italia: Auris, Corolla, Rav4 e Yaris. In tutto, sempre per quanto riguarda l’Italia, il richiamo interessa 204.075 autovetture, numeri ufficiali diffusi stamane da Toyota. E, certamente, numeri consistenti.

CALL ME I diretti interessati verranno avvisati quanto prima, fa sapere la Casa. Dunque, se siete possessori di una Auris, di una Corolla, di una Rav4 o di una Yaris prodotte tra settembre 2006 e dicembre 2008, aspettatevi una raccomandata. Seguirà ispezione nel service più vicino.

VEDI ANCHE



DETTA “FREDDA” O “CALDA” Ma in cosa consiste esattamente il potenziale problema? “Sui veicoli coinvolti nel richiamo, esiste la possibilità che l'interruttore dell'alzacristalli elettrico, alloggiato nel pannello porta lato guidatore, nel tempo possa iniziare a funzionare in modo irregolare e a scatti. Continuando ad operare in queste condizioni, l'interruttore potrebbe bloccarsi e diventare in operativo” spiega asettica Toyota-Italia in una nota ufficiale. Ma dall’altra parte dell’Oceano, dove di fronte a casi del genere non ci si fa mancare una soglia d’attenzione ai limiti dell’allarmismo, Toyota-USA aggiunge che, in circostanze particolarmente sfavorevoli, per via del surriscaldamento l’interruttore mal funzionante potrebbe addirittura fondersi e andare a fuoco.    

BALSAMO DI TIGRE Per questo i service provvederanno quanto prima ad applicare del grasso specifico che eviti un inghippo dell’interruttore. Interruttore che, qualora risultasse difettoso già al momento dell’ispezione, verrà sostituito, ovviamente senza alcun costo a carico dell’automobilista.  Al quale comunque resterà l’incomodo di avere l’auto ferma ai box per circa un’ora.


Pubblicato da Luca Cereda, 10/10/2012
Vedi anche
Logo MotorBox