(C)ONTINUA (C)OSI’ In principio fu Passat CC, divenuta poi CC (e basta) per guadagnare un’identità di modello ancor più definita. La prossima, anticipata da questa Volkswagen Sport Coupé Concept GTE in passerella al Salone di Ginevra 2015, sembra proseguire nella stessa direzione, per disegnare una coupé a quattro ingressi capace di distinguersi dalla massa. Ma che, sotto-sotto, è una Passat, e quindi una garanzia per rapporti duraturi.

AI RAGGI X Liquidare la Volkswagen Sport Coupé Concept GTE come un semplice antipasto della CC, però, sarebbe riduttivo. Questa concept racchiude infatti una sorta di laboratorio tecnologico per Volkswagen, vista l’infinità di tecnologie che sperimenta, a partire da un sistema ibrido plug-in dalla potenza complessiva di 380 cv, composto da un V6 3 litri TSI, batterie agli ioni di litio da 10,7 kWh (tumulate nel tunnel centrale), un motore elettrico da 85 kW montato sull’asse posteriore e un cambio automatico che vede integrato un motore da 40 kW. La trazione integrale, così, arriva senza bisogno di collegamento meccani tra i due assi. E i consumi, almeno quelli dichiarati, sono irrisori: 2 litri ogni 100 km, anche grazie ai 50 percorribili in modalità EV.

DISPLAY E OROLOGI Altamente tecnologici sono anche gli interni della Volkswagen Sport Coupé Concept GTE, con un display da 12,3 pollici al posto guida e uno da 10’’ al centro della plancia. Finita qui? Macché. In coda al tunnel centrale ce n’è un altro da 12,3’’ pollici a beneficio dei passeggeri posteriori, i quali possono tranquillamente dilettarsi con film e altro attraverso gli altri due monitor da 10’’ integrati agli schienali dei sedili. Oltre agli schermi, per dialogare con i chip della macchina è previsto un apposito smartwatch. Che, tra le altre cose, comunica alla cpu di questa concept i nostri dati biometrici.   


TAGS: Salone di Ginevra 2015, tutte le novità