Sochi, perché Bottas è rimasto incastrato nel traffico?
F1 2021

GP Russia, perché Bottas non è riuscito a passare le auto lente a centro gruppo?


Avatar di Salvo Sardina , il 30/09/21

3 settimane fa - Gli ingegneri Mercedes spiegano le difficoltà nel seguire la rimonta di Verstappen

Gli ingegneri Mercedes spiegano le difficoltà del pilota finlandese a Sochi, rimasto imbottigliato a centro gruppo e non in grado di restare vicino al rivale Max Verstappen
Benvenuto nello Speciale RUSSIANGP 2021, composto da 31 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario RUSSIANGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

La scelta di sostituire ancora altre componenti della power unit prima del via del GP di Russia ha fatto discutere. E mentre i tifosi criticavano via social una scelta considerata “tattica” per marcare a uomo Max Verstappen, il diretto interessato Valtteri Bottas ironizzava con una storia Instagram sull’insolita quantità di motori ormai a disposizione (prima di Sochi, già a Monza il finlandese era partito dal fondo per aver installato un nuovo propulsore). Insomma, che la scelta fosse strategica o spinta da reali motivazioni legate all’affidabilità, il dato di fatto è che la Mercedes numero 77 non è riuscita a sorpassare con facilità le auto più lente. E che Bottas è rimasto imbottigliato nel traffico di centro gruppo, beffato quasi subito dal rivale di casa Red Bull.

F1 GP Russia 2021, Sochi: Valtteri Bottas (Mercedes) nel traffico di centro gruppo F1 GP Russia 2021, Sochi: Valtteri Bottas (Mercedes) nel traffico di centro gruppo

VEDI ANCHE



LA SPIEGAZIONE Una situazione cui gli uomini della Mercedes hanno cercato di dare una spiegazione, considerando che già a Monza (in quel caso soprattutto con Hamilton) la W12 non aveva performato al meglio in scia di altre auto. “Crediamo – ha spiegato il responsabile degli ingegneri Mercedes, Andrew Shovlin – che la causa fosse da ricercare soprattutto nelle basse temperature, visto che le gomme anteriori non andavano in temperatura. Già dal venerdì abbiamo sofferto di sottosterzo, ma nelle libere il problema era con l’asse posteriore, mentre in gara le difficoltà erano sull’avantreno. Era difficile seguire gli avversari nelle ultime quattro curve e, se non sei abbastanza vicino a chi ti precede, poi sul rettilineo non puoi sorpassare… Tutta questione di bilanciamento della macchina, immaginiamo che le condizioni più fresche stavolta non ci abbiano aiutato. Senza quella pioggia sul finale, credo che il risultato sarebbe stato insoddisfacente per il team, con Lewis in seconda posizione e Valtteri fuori dai punti”.

F1, GP Russia 2021: Valtteri Bottas (Mercedes) F1, GP Russia 2021: Valtteri Bottas (Mercedes)

PARLA TOTO Al di là delle spiegazioni ingegneristiche, più pragmatico il commento del team principal Toto Wolff, che ha aggiunto come gli stessi problemi fossero presenti anche sulla monoposto numero 44, poi vittoriosa grazie alla pioggia finale e alla scelta sbagliata di Lando Norris: “Avremmo dovuto dare a Valtteri una macchina che gli avrebbe consentito di effettuare dei sorpassi più agevolmente, perché a Monza lui ha dimostrato di saper fare una rimonta spettacolare. A Sochi, per qualche ragione, abbiamo visto sia lui che Hamilton soffrire con il sottosterzo. E se non sei a posto con il bilanciamento, allora non riesci ad avvicinarti abbastanza da attaccare. Lewis non riusciva a sorpassare le auto davanti a lui e lo stesso è accaduto anche a Bottas, quindi adesso dobbiamo lavorare per capire come mai la macchina ha questa mancanza di competitività nel traffico”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 30/09/2021
Tags
RussianGP 2021
Logo MotorBox