GP Russia 2021, le pagelle di Sochi
F1 2021

F1 GP Russia 2021, le pagelle di Sochi


Avatar di Simone Valtieri , il 26/09/21

2 settimane fa - Le pagelle di MotorBox sul GP Russia 2021 disputato a Sochi

Le pagelle di MotorBox sul GP Russia 2021 disputato a Sochi: ottima domenica per i big Hamilton e Verstappen. Bocciato Bottas, Norris a due facce
Benvenuto nello Speciale RUSSIANGP 2021, composto da 31 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario RUSSIANGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LE PAGELLE DI SOCHI La pioggia (sabato e a fine gara domenica) rende il Gran Premio di Russia 2021 una gara memorabile, che si conclude con la vittoria numero 100 in carriera per Lewis Hamilton. Il britannico della Mercedes, però, non prende il massimo dei voti, così come i suoi compagni di podio Max Verstappen e Carlos Sainz. E che dire della prestazione sontuosa di Lando Norris, vanificata dalla sua ostinazione finale nel non voler rientrare ai box? Tanti i colpi di scena, tutti riassunti nelle nostre pagelle dopo la gara di Sochi: buona lettura!

LEWIS HAMILTON - VOTO 8 Al di là della retorica sulla 100° vittoria in Formula 1 e del pilota più vincente di sempre, la sua gara e il suo weekend sono tutt'altro che perfetti: un pizzico di sfortuna nella scelta delle traiettorie al via lo fa rimanere imbottigliato nel traffico per buona parte della giornata, poi con la giusta strategia inizia a recuperare posizioni e alla fine torna sotto a Norris. La pioggia - come tante volte nella sua carriera - gli è amica e lui è sufficientemente esperto da capire quando è il momento di cambiare le gomme e andarsi a prendere un risultato leggendario.

MAX VERSTAPPEN - VOTO 8,5 Una gara da formichina per Max, che guadagna posizioni dopo posizioni , giro dopo giro. La sua proiezione è a ridosso della top 5 quando la pioggia arriva a dargli una mano, e allora senza pensarci su tanto, Max torna ai box, monta le rain e si butta all'inseguimento del podio, che arriva in carrozza e gli permette di perdere solo 7 punti da Lewis Hamilton pur essendo partito ultimo: una gara da campione nel weekend più complicato, da cui esce con appena 2 punti di ritardo in classifica dal britannico.

CARLOS SAINZ - VOTO 7,5 Una grande partenza lo porta in prima posizione davanti all'ex compagno e amico Norris, che però gestisce meglio le gomme e lo sorpassa poco prima del pit-stop, quando il graining attanaglia i suoi pneumatici. La sosta anticipata gli rovina un po' la gara, che però raddrizza sfruttando al meglio la pioggia nel finale, e con un passo che lo tiene saldamente in terza posizione. La sosta ai box finale arriva al momento giusto e gli consente di tornare sotto a tutti i suoi rivali, eccezion fatta per Hamilton e Verstappen.

LANDO NORRIS - VOTO 6 Un weekend pazzesco con la pole position e il 95% del Gran Premio corso da campionissimo, tornando sotto bene a Sainz e riprendendosi la prima posizione persa in partenza a causa delle scie e del lunghissimo rettilineo di Sochi. Poi però inizia a piovere, il team gli propone più volte di tornare ai box a cambiare le gomme, ma lui vuole fare di testa sua: un errore fatale, figlio dell'adrenalina e dell'inesperienza, ma il ragazzo c'è e arriverà lontano. Il voto è la media tra il suo weekend da 10 e l'azzardo da 2 in pagella degli ultimi giri.

CHARLES LECLERC - VOTO 7 Una gara generosa per Charles, che con una super partenza dal fondo griglia si ritrova subito nei pressi della top ten, nonostante le penalizzanti gomme Hard. Nel corso della gara paga dazio su Verstappen e lotta con Vettel ma soprattutto con Perez e Alonso negli ultimissimi giri. Quando chiede via radio di cambiare le gomme trova la piazzola occupata da Sainz, e deve attendere un giro che risulterà decisivo in negativo sulla sua giornata, ma oggi poteva fare poco di più.

GEORGE RUSSELL - VOTO 7 Sempre più sorprendente il pilota della Williams che per tutta la prima parte di gara mantiene la terza piazza della griglia, tenendo dietro il suo futuro caposquadra Hamilton. Con la girandola di soste perde terreno, ma nel finale riesce comunque a conquitare quella top ten che prima gli sfuggiva a ogni occasione e che ora è diventato quasi un risultato scontato. Il prossimo anno ci farà divertire.

VEDI ANCHE



FERNANDO ALONSO - VOTO 7 Una gara positiva per lo spagnolo che già in partenza si era fatto vedere con un lungo che l'aveva portato a ridosso dei primi. Dopo aver restituito le posizioni, è rimasto nella top ten per tutto il giorno e alla fine ha sfiorato il podio, così come Leclerc e Perez, cambiando però un po' troppo tardi le gomme per poter fare il colpaccio. Resta una prestazione più che positiva e ottimo sesto posto finale.

DANIEL RICCIARDO - VOTO 7,5 Come prestazione è rimasto al di sotto del compagno Norris per tutto il weekend, in ogni caso la sua gara è stata sempre più che buona, e la top 5 sarebbe arrivata anche senza la pioggia e nonostante un pit-stop penalizzante. Non ha sbagliato nulla, a differenza del compagno, è rimasto freddo e nel finale si è andato a prendere una quarta posizione che dopo la vittoria di Monza continua a fare morale e classifica.

SERGIO PEREZ - VOTO 6,5 La sua gara non è vissuta di guizzi, ma di costanza. Partendo dalla ottava posizione, ha recuperato con pazienza e nel finale aveva persino sopravanzato Leclerc per un podio virtuale che è durato un battito di ciglia. Bella la battaglia finale con Alonso e Leclerc, il rammerico è uno solo: se il pit-stop fosse stato effettuato un giro prima, allora sì che sarebbe stata una domenica positiva.

VALTTERI BOTTAS - VOTO 4 Come si fa a dare 4 a un pilota che arriva quinto? Il finlandese è stato protagonista di una gara totalmente anonima, e viaggiava ben fuori dalla top ten fino alla pioggia nel finale. A quel punto il team l'ha richiamato anticipatamente per provare un azzardo che è riuscito, ma del quale ha ben poco merito: senza la pezza messa dalla Mercedes sarebbe stato da 1 in pagella: mai aggressivo, sempre passivo, ha subito più sorpassi di quanti ne ha fatti.

GLI ALTRI IN BREVE

KIMI RAIKKONEN - VOTO 7,5 Al rientro dal Covid fa vedere quanto conta l'esperienza in Formula 1: un ottavo posto figlio di una gara positiva e di un timing finale perfetto.

LANCE STROLL - VOTO 6 Il canadese è autore di una bellissima partenza e di una buona gara, nel finale però perde la top ten, non rientrando ai box per tempo, se non dopo essere andato a muro.

SEBASTIAN VETTEL - VOTO 6 Tira fuori i denti nei duelli con il compagno Stroll e l'ex compagno Leclerc, il cambio gomme finale arriva un giro troppo tardi per poter fare la differenza.

PIERRE GASLY - VOTO 5 Le cose migliori le fa a metà gara, tenendo dietro il rimontante Leclerc, poi però, quando deve incidere, non lo fa e nel finale viene toccato da Stroll finendo in testacoda.

ESTEBAN OCON - VOTO 5 Gara un po' anonima del francese, calato alla distanza dopo la vittoria a sorpresa in Ungheria. Oggi è stato sulla soglia della top ten per buona parte della gara, ma non si è mai distinto.

ANTONIO GIOVINAZZI - VOTO 5 Una giornata un po' anonima per l'italiano che scattando dalle retrovie ha fatto le cose migliori dopo il via, ma che è rimasto sempre lontano dalla zona punti.

NICHOLAS LATIFI - VOTO 5,5 Gara chiusa anzitempo quando stava comunque vincendo le sue battaglie con Tsunoda e Giovinazzi.

NIKITA MAZEPIN - VOTO 5 Il GP di casa non porta bene al russo che nonostante la buona posizione sulla griglia, precipita subito a fondo classifica. Era stato passato anche da Mick Schumacher prima che si ritirasse.

YUKI TSUNODA - VOTO 4 Gara totalmente anonima del giapponese, fresco di rinnovo con l'AlphaTauri: mai competitivo e sempre al di sotto delle possibilità dell'auto.

MICK SCHUMACHER - VOTO 5 Un weekend con poco da ricordare, trascorso come sempre nelle retrovie. Servirebbe un'auto migliore per giudicarlo. Oggi si è ritirato subito dopo aver passato Mazepin.


Pubblicato da Simone Valtieri, 26/09/2021
Tags
Gallery
RussianGP 2021
Logo MotorBox