Ferrari, Binotto scopre le carte: "Non firmo per il 2° posto"
F1 2022

Ferrari, Binotto si scopre: "Il nostro motore? Il più potente. Non firmo per il 2° posto"


Avatar di Salvo Sardina , il 16/03/22

2 mesi fa - Il team principal del Cavallino sveste i panni del pompiere e alza l'asticella delle attese

Il team principal del Cavallino sveste i panni del pompiere e alza l'asticella delle attese sulla F1-75 in vista del debutto stagionale del GP Bahrain
Benvenuto nello Speciale BAHRAINGP 2022, composto da 29 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario BAHRAINGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

Lo avevamo lasciato, all’indomani dei test precampionato di Barcellona, intento a gettare acqua sul fuoco. E, cioè, smentendo le ipotesi Mercedes secondo cui quello Ferrari fosse il motore più potente del lotto e autoproclamandosi semplice “outsider” piuttosto che favorito. Alla vigilia del primo weekend della stagione, sulla pista di Sakhir, in Bahrain (la stessa dove si è disputata la seconda e ultima sessione di prove invernali), Mattia Binotto cambia strategia e va all’attacco, confermando le buone impressioni sulla F1-75 e alzando il livello delle aspettative dei tifosi.

Carlos Sainz, Mattia Binotto e Charles Leclerc, Scuderia Ferrari 2022 Carlos Sainz, Mattia Binotto e Charles Leclerc, Scuderia Ferrari 2022

IL SUPER MOTORE FERRARISapendo che, da quest’anno, il motore sarà congelato per i prossimi quattro campionati – ha spiegato il team principal della Ferrari in conferenza stampa, quotato da Motorsport.comera ovviamente importante cominciare con una power unit che non avesse un gap di cavalli dalle rivali. Alla fine del 2021 avevamo un ritardo di 20-25 cavalli e al momento, pur non avendo completamente compreso il livello dei valori in pista per il poco che abbiamo visto nei test, abbiamo condotto un’analisi preliminare e possiamo dire che siamo il livello degli altri. Di sicuro non siamo dietro, forse abbiamo anche un piccolo vantaggio. Ma non è una conclusione definitiva, anche se per adesso siamo soddisfatti dei progressi

VEDI ANCHE



F1, il team principal della Scuderia Ferrari, Mattia Binotto F1, il team principal della Scuderia Ferrari, Mattia Binotto

SECONDO POSTO? NO… Insomma, l’ingegnere nato a Losanna riparte dalla consapevolezza acquisita in Bahrain, pur non sbilanciandosi sui rapporti di forza con la Red Bull del campione del mondo Verstappen, che intanto ha fatto segnare la miglior prestazione assoluta: “Credo che nel prossimo fine settimana saremo competitivi, ma non possiamo dire oggi se saremo due decimi più veloci di tutti o due decimi dietro i leader. La Red Bull è sembrata molto forte, di certo lo è stato Max. Forse, una delle due RB18 sarà davanti a noi, e una sarà dietro, ma non so. In ogni caso, siamo a un livello in cui possiamo competere, e questa differenza non sarà insormontabile, potrà eventualmente essere recuperata nell’arco di 4 o 5 gare. La base di partenza è buona, dobbiamo solo scoprire quanto buona. Se firmerei per un secondo posto? No, la nostra ambizione è poter competere, vogliamo lottare a ogni gara, quindi non firmo. Non ho la presunzione di dire che non sarebbe un bel risultato, ma vogliamo andare ai GP per vincere”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 16/03/2022
Tags
BahrainGP 2022
Logo MotorBox