Chi è leader dopo i test F1 di Barcellona? Wolff punta su Ferrari
F1 2022

F1, il rebus Barcellona: chi è davanti? Wolff punta su Ferrari, Binotto fa il pompiere


Avatar di Salvo Sardina , il 28/02/22

2 mesi fa - Unica cosa certa: i 3 giorni di test F1 a Barcellona non hanno chiarito i rapporti di forza

Unica cosa certa dopo i 3 giorni di test F1 a Barcellona? Impossibile dire chi sta davanti. In Mercedes, però, un'idea se la sono fatta e, tra pretattica e realtà, indicano favoriti i rivali della Ferrari...
Benvenuto nello Speciale F1TESTING 2022, composto da 18 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario F1TESTING 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

Con i primi tre giorni di test a Barcellona ormai in archivio, i protagonisti della Formula 1 tornano nelle rispettive fabbriche per analizzare la valanga di dati raccolti in pista e per preparare le contromosse per migliorare il pacchetto in vista delle prove collettive del Bahrain – e del successivo GP, in programma sempre a Sakhir la settimana dopo – previste dal 10 al 12 marzo. E se storicamente il precampionato è avaro di indicazioni sui rapporti di forza in pista, questo 2022 non è stato da meno. Anzi, al contrario che in passato, l’impressione dominante è che nessuno sia davvero in grado di azzardare una griglia di partenza ipotetica. Anche se, tra pretattica e qualche indicazione reale, è proprio la Ferrari a essere finita sotto le luci dei riflettori.

F1 Test Barcellona 2022: Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) F1 Test Barcellona 2022: Charles Leclerc (Scuderia Ferrari)

MERCEDES TEME FERRARI? Nel corso dei test, il primo a parlare bene dei rivali di Maranello era stato George Russell: “Credo che le McLaren e le Ferrari risultino particolarmente veloci”, aveva spiegato il neo-arrivato nel team di Brackley dopo aver anche confermato di non essere al 100% felice della W13. Parole a cui ha poi fatto eco il team principal della Stella, Toto Wolff: “Abbiamo l’impressione che la Ferrari al momento abbia a disposizione il motore più potente del lotto. Ma ci sono stati soltanto tre giorni di prove e il precampionato talvolta può essere ingannevole”. Pretattica o realtà? Difficile dirlo a questo punto dei giochi, ma è certo che la rossa è stata l’auto con più giri all’attivo nella settimana catalana, apparendo forse come l’auto più… “a posto” delle dieci scese in pista al Montmeló.

VEDI ANCHE



F1 2022, test Barcellona: Lewis Hamilton (Mercedes) F1 2022, test Barcellona: Lewis Hamilton (Mercedes)

LA RISPOSTA DI MARANELLO A contribuire alla crescita delle aspettative nei confronti della scuderia del Cavallino c’è poi anche Fernando Alonso, che ha spiegato agli spagnoli di TVE come la Ferrari sembri “la più veloce al momento, il che è una grande notizia per tutta la Spagna, anche se pure la Mercedes va forte”. Chiaro come per gli uomini di Maranello sia ovviamente imperativo evitare di ripetere gli errori del 2019, quando l’impressione di avere un’auto in grado di lottare per il titolo fu poi smentita clamorosamente dalla prima qualifica a Melbourne. E non è un caso che sia stato proprio il team principal Mattia Binotto a gettare acqua sul fuoco: “Noi non siamo i favoriti, siamo casomai gli outsider”. “Se i dati dei nostri rivali – ha infine aggiunto Carlos Sainz – dicono che la Ferrari è davanti, i nostri dati non vanno in quella direzione. Al di là di tutto, non mi fiderei troppo della Mercedes, considerando quanto hanno fatto negli ultimi anni…”. Rebus su rebus, nella speranza che i test in Bahrain ci aiutino a risolvere (almeno parzialmente) la matassa.


Pubblicato da Salvo Sardina, 28/02/2022
Tags
F1Testing 2022
Logo MotorBox