F1 GP Ungheria 2021, le pagelle dell'Hungaroring
F1 2021

F1 GP Ungheria 2021, le pagelle dell'Hungaroring


Avatar di Simone Valtieri , il 01/08/21

1 mese fa - Le pagelle di MotorBox sul GP Ungheria 2021 disputato all'Hungaroring

Le pagelle di MotorBox sul GP Ungheria 2021 disputato all'Hungaroring: sorpresa Ocon e Vettel! Hamilton da rimonta, disastro Bottas e Stroll
Benvenuto nello Speciale HUNGARIANGP 2021, composto da 29 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario HUNGARIANGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LE PAGELLE DELL'UNGHERIA Una gara pazza questo Gran Premio d'Ungheria, che sarà ricordata negli annali della Formula 1. Al via con il bagnato Bottas e Stroll giocano a bowling e fanno fuori Leclerc, Perez e Norris, poi ne esce una giornata folle con Hamilton e Verstappen costretti a recuperare dalle retrovie, ma Max ha l'auto danneggiata e solo a Lewis riesce (parzialmente) la rimonta. E a vincere è Esteban Ocon, primo successo per il francese e per l'Alpine, davanti al vecchio leone Sebastian Vettel (Aston Martin) e ad Hamilton, che beffa i due spagnoli Carlos Sainz e Fernando Alonso nel finale. Che voti si sono meritati i protagonisti di questa pazza giornata? Scopritelo con le pagelle magiare di Motorbox.

ESTEBAN OCON – VOTO 9,5 Se il GP si corresse altre cento volte non avrebbe una sola possibilità di vincere, ma è stato bravo a sfruttare quell'unica chance avuta. Una bella partenza, unita alla carambola al via, lo porta sorprendentemente in seconda posizione. Poi la scelta di non partire dai box di Hamilton lo catapulta in prima e lui è bravo a tenere la testa fino alla fine, difendendosi dagli attacchi di Sebastian Vettel. Sulla pista di Budapest, però, si supera poco, e lui dimostra di essere un ottimo pilota! Bravo, non sbaglia niente e la fortuna gli dà quell'occasione che lui sfrutta appieno.

SEBASTIAN VETTEL – VOTO 8 Come per Ocon, gran parte della sua fortuna odierna è derivata dal caos in partenza. Seb merita questo podio più di tanti altri e può gioire, ma un minimo di rammarico resta, visto che per tutto il giorno ha visto solo gli scarichi di Ocon, non riuscendo a sfruttare alcuna occasione per sorpassarlo. Resta comunque un ottimo risultato e una grande iniezione di fiducia per lui e per l'Aston Martin.

LEWIS HAMILTON – VOTO 8 Parte da solo dalla griglia visto che, dopo la carambola iniziale (che scampa grazie a una bella partenza), resta il solo a non cambiare le gomme intermedie. Lo fa il giro successivo, ma si ritrova 15° e ultimo. Fatica a passare persino l'Alfa Romeo di Giovinazzi, ma dal muretto gli confezionano la giusta strategia per metterlo nella condizione di essere arrembante nell'ultima parte di gara. E così, dopo essere rimasto un po' di giri dietro a Sainz, torna ai box e con le gomme fresche ritorna sotto ad Alonso (che supera dopo un duello esaltante durato una decina di giri) e poi fa un sol boccone della Ferrari numero 55. Con un paio di giri in più poteva superare anche i primi due.

CARLOS SAINZ – VOTO 7,5 Il grosso merito della buona gara di oggi arriva dalla partenza, quando sfrutta meglio di tutti la carambola iniziale portandosi dalla 15° piazza fino addirittura alla quarta. Ai box, però, perde un paio di posizioni, che recupera pazientemente opponendosi alla scelta del team di farlo rientrare per cambiare le gomme. Quando poi lo fa, qualche giro dopo, è terzo e cerca di difendere quella posizione fino alla fine, anche se non può nulla contro Lewis Hamilton quando lo svernicia a pochissimi km dalla bandiera a scacchi.

FERNANDO ALONSO – VOTO 9 Gara gagliarda e tosta per Fernando Alonso, che negli ultimi giri si difende da un arrembante Hamilton, facendo da perfetto scudiero del compagno Esteban Ocon. Il talento non si dissipa con il tempo, e Nando lo dimostra con una gara accorta in partenza, e penalizzata solo dal tappo di Latifi nel primo stint. Quando se ne libera arriva a insidiare il podio di Sainz, e nel finale, grazie ai tanti giri in cui tiene dietro Hamilton, salva la prima vittoria della sua squadra, impedendo che il britannico abbia il tempo per assaltare la prima posizione.

VEDI ANCHE



MAX VERSTAPPEN – VOTO 6 Non gli si può dare l'insufficienza. L'olandese sta affrontando il periodo più sfortunato della stagione, e - almeno in questo caso - è totalmente innocente. Speronato al via, può riprendere la strada della gara grazie alla bandiera rossa, ma ha la macchina danneggiata a tal punto che non riesce a lungo a sorpassare Mick Schumacher. Soffre si sottosterzo, sovrasterzo, e anche disidratazione, e alla fine porta a casa un simbolico punticino che di sicuro non consola. La pausa estiva arriva nel momento giusto per riordinare le idee e ripartire senza pensieri negativi.

F1, GP Ungheria 2021: l'incidente al via che ha coinvolto Lando Norris, Valtteri Bottas e Max Verstappen F1, GP Ungheria 2021: l'incidente al via che ha coinvolto Lando Norris, Valtteri Bottas e Max Verstappen

NICHOLAS LATIFI – VOTO 7 Bravo a sfruttare il caos in partenza e in pitlane nelle primissime fasi di gara e quando torna in pista è persino terzo, posizione che tiene per decine di giri. Poi con la girandola dei pit-stop, piano piano, scivola indietro, ma resta comunque nella top ten, conquistando un clamoroso ottavo posto finale. 

GEORGE RUSSELL – VOTO 6,5 Il primo punto in Formula 1 arriva, anzi, ne arrivano due in una gara folle come quella di oggi. Al via, però, deve cedere diverse posizioni per un'infrazione in pitlane, poi è bravo a restare in top ten concedendosi anche un paio di bei sorpassi. Unico neo, arriva dietro al compagno Latifi.

PAGELLE F1 GP GRAN BRETAGNA 2021: GLI ALTRI IN BREVE

LANDO NORRIS, SERGIO PEREZ, CHARLES LECLERC – VOTO S.V. Incolpevoli vittime della carambola iniziale, impossibile giudicare le loro non-gare.

F1 GP Ungheria 2021, Budapest: Il patatrac al via con Bottas, Norris, Perez e Verstappen a contatto F1 GP Ungheria 2021, Budapest: Il patatrac al via con Bottas, Norris, Perez e Verstappen a contatto

VALTTERI BOTTAS – VOTO 2 Combina un disastro al via sul bagnato, dopo aver cannato completamente la partenza. Dopo belle qualifiche rovina la sua gara e - con effetto domino - quella di altri quattro piloti.

LANCE STROLL – VOTO 2 Troppo ottimista al via, distrugge la sua gara e quella di Charles Leclerc. 

NIKITA MAZEPIN – VOTO S.V.  Poteva essere la giornata giusta per fare una bella gara, stavolta è sfortunato perché in pitlane Raikkonen gli sbatte sull'anteriore destra e lo costringe, poco dopo, al ritiro.

YUKI TSUNODA – VOTO 7 Dopo gli errori del weekend, in gara è perfetto e porta al traguardo in piena zona punti la sua AlphaTauri. Perde la posizione sul compagno solo per team order.

PIERRE GASLY – VOTO 7 La posizione su Tsunoda gliela regala il team, ma la sua gara vale quella del compagno. Un bel bottino di punti per lui, che recrimina forse un po', vista la posizione di partenza.

DANIEL RICCIARDO – VOTO 5,5 Auto danneggiata dopo una buona partenza e conseguente giornata anonima nelle retrovie per il pilota McLaren, che alla fine perde il duello con un Verstappen azzoppato e viene passato anche da Raikkonen.

KIMI RAIKKONEN – VOTO 6 Gara rovinata nel caos iniziale in pitlane, quando urta Mazepin e gli vengono affibbiati 10 secondi che lo zavorrano per il resto della gara. Bravo a risalire fino alle soglie della top ten.

ANTONIO GIOVINAZZI – VOTO 5 Prova l'azzardo all'inizio della giornata, montando la gomma soft prima del via. Poi però, con la carambola di curva-1, non ne può giovare e quando si riparte è ormai ultimo e tale resta.

MICK SCHUMACHER – VOTO 6 Si difende con coraggio nelle fasi iniziali da Max Verstappen, poi resta in pista e termina la giornata davanti a Giovinazzi allungando i suoi stint con coraggio.


Pubblicato da Simone Valtieri, 01/08/2021

Tags
Gallery
HungarianGP 2021
Logo MotorBox