Autore:
Massimo Grassi

AVANTI UN’ALTRA Manca ormai meno  di un mese all’apertura del Salone di Parigi e ogni giorno arrivano notizie sui modelli che debutteranno alla kermesse francese. Questa mattina è il turno della Mercedes-AMG GLC 43 Coupé, ovvero la versione anabolizzata dai tecnici di Affalterbach della suv che si crede una coupé. Continua così la missione di AMG, desiderosa di mettere le mani su ogni modello prodotto da Mercedes, dalla Classe A alla colossale GLS.

SOLITI NOTI Sotto il cofano della nuova Mercedes-AMG GLC 43 Coupé batte il cuore dei 367 cv (accompagnati da 520 Nm di coppia) sprigionati dal noto V6 biturbo di 3 litri che già muove le altre sorelle marchiate “43 AMG”.  Nella lingua delle prestazioni significa 0-100 in 4,9” e velocità massima (limitata elettronicamente) di 250 km/h. Siete così pignoli da voler conoscere anche i dati relativi ai consumi? La Casa dichiara 8,4 litri ogni 100 km nel ciclo combinato. Poi vi viene voglia di schiacciare un po’ di più sul pedale e…

PACCHETTO COMPLETO Ad assicurarci che nemmeno un cavallo e un Nm vada perso chissà dove, ma che tutto venga scaricato a terra nel migliore dei modi, ci pensa la coppia formata dalla trazione integrale 4Matic e la trasmissione automatica doppia frizione 9G-Tronic con paddle al volante. Sia trazione sia trasmissione sono state riviste dai tecnici di Affalterbach per soddisfare al meglio le esigenze sportive del V6 lì davanti. Ecco quindi che, come sugli altri modelli, la trasmissione può essere settata su 3 differenti modalità: Sport, Sport Plus e Manual.

CORRE SULL’ARIA Il pacchetto tecnico della Mercedes-AMG GLC 43 Coupé conta anche una versione appositamente settata delle sospensioni Air Body Control, irrigidita per garantire maggiore agilità rispetto alle GLC meno potenti. Anche in questo caso si potrà scegliere tra differenti settaggi: Comfort, Sport, Sport Plus.

IN PUNTA DI DITA Già che ci sono vi dico che esiste un altro pulsante che permette di cambiare il comportamento dell’auto: si chiama AMG Dynamic Select. Non è una novità, è già presente su altri modelli marchiati AMG, e permette di selezionare tra 5 differenti modalità: Eco, Comfort, Sport, Sport Plus e Individual. I nomi dei diversi settaggi dicono tutto: se volete consumare il meno possibile mettete il selettore su Eco. Se invece volete sfruttare al meglio tutti i 367 cv della Mercedes-AMG GLC 43 Coupé mettete in Sport Plus.

L’ABITO GIUSTO Quando andate in palestra come vi vestite? Mettete lo smoking o qualcosa di sportivo? Ecco, la Mercedes-AMG GLC 43 Coupé fa lo stesso: l’abito della suv tedesca è quello che vi aspettereste da un’auto con 367 cv. Minigonne, cerchi in lega AMG da 19” (se volete esagerare potete optare per quelli da 21), spoiler posteriore, finiture cromate, appendici aerodinamiche specifiche e loghi AMG sparsi qua e là. Stesso discorso per l’abitacolo: sedili avvolgenti, volante sportivo con fondo tagliato, console centrale in simil fibra di carbonio e tanti altri particolari da cattiva vera.

MANCA QUALCOSA? Ricapitoliamo: motore carico di cavalli, meccanica di prim’ordine, l’abito giusto e abitacolo dall’atmosfera sportiva. Cosa manca? La tecnologia: la GLC 43 Coupé è comunque prima di tutto una Mercedes e offre quindi tutti i sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida delle versioni classiche, assieme al sistema di infotainment con sistema Comand Online .

CI SI VEDE IN AUTUNNO Attesa al Salone di Parigi la Mercedes-AMG GLC 43 Coupé sarà ordinabile a partire dal 6 ottobre, con le prime consegne previste per l’inizio di dicembre 2016. Il prezzo? Tocca attendere ancora un po’ per conoscerlo.

 


TAGS: mercedes suv salone di parigi mercedes glc coupé salone di parigi 2016 Mercedes-AMG GLC 43 Coupé