Autore:
Simone Dellisanti

NELLA POLVERE Sull’onda del successo riscosso nella prima esperienza del Peugeot Competition, il trofeo promozionale che Peugeot Italia organizza per i suoi clienti sportivi ininterrottamente da ben 37 anni, il Leone rinnova la collaborazione con Raceday Rally Terra.

PER VOI Il Raceday Rally Terra è il campionato per i clienti che partirà il 17 settembre a Nocera Umbra, in cui i piloti iscritti avranno l’opportunità di confrontarsi con uno gli sterrati che hanno fatto la storia del rally.

IL PREMIO Saranno sei le gare, fra settembre 2016 e aprile 2017, in cui i clienti sportivi del Leone concorreranno sia al ricco montepremi offerto da Raceday sia al premio specifico riservato ai vincitori delle due categorie previste, due e quattro ruote motrici, ossia una giornata di test sulla 208 T16 con il campione italiano del CIR (Campionato Italiano Rally) Paolo Andreucci.

IL PERCORSO Si partirà da Nido dell’Aquila, la gara nata come la Pikes Peak europea per passare a teatri già calcati dal Campionato del Mondo, come Alpe di Poti (Ronde Val Tiberina), Radicofani (Rally Val d’Orcia) e Volterra (Rally Liburna Terra, che chiude il calendario) passando per il Rally Balcone delle Marche Prealpi Master Show.

LE VETTURE Il Peugeot Competition Raceday è aperto a tutti i modelli del Marchio omologati per le competizioni, da quelli più anziani ma ancora competitivi come la 106, sino a quelli più recenti come la 208 R2 e la 208 T16.

LE DICHIARAZIONI Di seguito le dichiarazioni di Paolo Andreucci (Campione Italiano Rally 2016 e pilota ufficiale Peugeot): "E’ importante, per ogni pilota, avere quante più opportunità possibili di correre delle gare su terra. E’ formativo e propedeutico per la carriera e permette di trovare il giusto feeling con la vettura e crescere a livello professionale. Gli sterrati, infatti, sono il bello di questa disciplina e per essere competitivi è necessario correre molto sulla terra. Il 70% del calendario del Mondiale si sviluppa sullo sterrato e affinché gli italiani siano competitivi con i piloti stranieri è essenziale che sfruttino tutte le occasioni. Però, purtroppo, nel nostro Paese, è sempre più difficile avere delle opportunità per farlo. È importante, quindi, che Peugeot Competition riproponga anche quest’anno questa tipologia di gare ed è importante che lo faccia nel Raceday, un campionato organizzato molto bene, con una scelta di percorsi di livello, e sempre molto combattuto. Appuntamento, quindi, ai vincitori di Peugeot Competition per una giornata con me e con il team, per divertirsi e per imparare qualche piccolo segreto in più".


TAGS: paolo andreucci peugeot 208 t16 peugeot competition cir 2016 Peugeot Sport Italia Raceday Rally Terra Nido dell’Aquila