Logo MotorBox
Prova video

Nuova Suzuki Swift 2024: l'ibrido ai minimi termini alla prova in video


Avatar di Emanuele Colombo , il 20/03/24

3 settimane fa - Suzuki Swift 2024 mild hybrid entra gratis in area C. Il test in video

Perde un cilindro ma entra gratis in area C: dote rara per una mild hybrid. La video-prova della nuova Suzuki Swift 2024

Perde un cilindro ma entra gratis nell'Area C, grazie a emissioni e consumi da riferimento tra le mild hybrid. La prova della nuova Suzuki Swift 2024 giunta alla quarta generazione, profondamente rinnovata nello stile e nel motore.

Nuova Suzuki Swift 2024, tre dei colori disponibili Nuova Suzuki Swift 2024, tre dei colori disponibili

DESIGN E INTERNI

Le proporzioni della nuova Swift sono quella della terza generazione, ma il look è tutto nuovo e... guarda al passato. Sembra di scorgere i tratti distintivi della seconda generazione, nella Swift 2024, ma con linee più morbide e tondeggianti all'anteriore che rinunciano a un pizzico di sportività per cercare forme più eleganti. Strizzano l'occhio al pubblico femminile, si direbbe. Se prima sembrava bassa e filante, ora appare un più voluminosa, con il cofano anteriore a conchiglia, che si appoggia sul fascione, a sottolineare una scalfatura che prosegue rettilinea sulla fiancata a darle slancio. Viene meno la forma a bottiglia di Coca-Cola della versione precedente (e che in generale caratterizza le auto sportive), ma il risultato finale è stato definito per creare una ''world car'' capace di farsi largo su tutti i mercati e il risultato trasmette un'impressione pulita e aerodinamica. Ma certo non priva di personalità. Grandi i fari, dalla firma luminosa rinnovata e semplificata a forma di L. Tante le tinte disponibili per la carrozzeria, tra le quali il rosso, il blu e il grigio scuro metallizzati mi sono sembrati i più azzeccati. Sempre disponibile l'opzione del tetto verniciato a contrasto (950 euro), ma anche se è caratteristico della Swift non sono sicuro che la nuova generazione ne abbia bisogno per rendere al meglio.

Nuova Suzuki Swift 2024, gli interni Nuova Suzuki Swift 2024, gli interni

TUTTI GLI AIUTI CHE SERVONO La sportività attenuata della carrozzeria ritrova slancio a bordo, grazie alla plancia avvolgente e fortemente orientata al guidatore. Al centro spicca il display touch da 9 pollici dell'infotainment, compatibile con Apple CarPlay wireless e Android Auto via cavo. Ma la dotazione di tecnologie di serie non si ferma qui. Rispondono presente il clima automatico e il sistema keyless per salire in auto e avviare il motore senza tirar fuori le chiavi di tasca. Non mancano i comandi vocali e la riproduzione musicale via Bluetooth, ma soprattutto la dotazione di aiuti alla guida è particolarmente completa e arriva a dare una guida assistita di livello 2 da far invidia a certe ammiraglie. Bene lo spazio a bordo, con un bagagliaio da 265 litri ben sfruttabile grazie alla sua profondità, anche se il piano di carico è molto infossato rispetto alla soglia e ciò rende più difficoltose le operazioni di carico e scarico.

Alla guida della nuova Suzuki Swift 2024 Alla guida della nuova Suzuki Swift 2024

VEDI ANCHE



AL VOLANTE 

Mai come in questo caso i numeri mentono. Se mi fossi fermato alla scheda tecnica, infatti, avrei pensato a un'auto poco divertente e invece... Ma andiamo con ordine. Nuova Suzuki Swift rinuncia al precedente motore a quattro cilindri per un tre cilindri da 1,2 litri di cilindrata, con un sistema ibrido davvero molto ''mild''. Si tratta di un sistema a 12 volt, che fa tutto quello che deve fare un ibrido, come recuperare energia in frenata per restituirmela in accelerazione, ma 83 CV e 112 Nm di coppia sono numeri risicati per le auto di oggi. Lo 0-100 km/h in 12,5 secondi, che calano a 11,9'' nel caso della versione con cambio automatico CVT, raccontano di un'auto non molto brillante e la velocità massima di 165 km/h (170 km/h col CVT) sembrano confermare questa tesi. Ma una volta al volante, la Swift sembra semplicemente un'altra macchina, quasi avesse presentato al buttafuori una carta di identità fasulla solo per farsi ammettere nel privé dell'Area C di Milano: dove la Swift con cambio manuale e trazione anteriore riesce a imbucarsi gratis grazie a emissioni di CO2 pari a 99 g/km. Sono rare le auto che arrivano così in basso senza ricorrere a un'elettrificazione ben più robusta.

Nuova Suzuki Swift 2024, il motore Nuova Suzuki Swift 2024, il motore

LA SWIFT NEL MONDO REALE Ottenuto il lasciapassare per la Milano da bere, però, la Swift si annoia alla svelta. Intanto perché guidarla in spazi più aperti è un vero piacere. Ma anche perché a lei bere non piace: in prova ho misurato 4,3 l/100 km in extraurbano, senza guidare con piede granché leggero. Grazie a un peso di appena 994 kg col pieno di benzina e il pilota a bordo (così si calcola la massa del veicolo in base alle norme europee) la ripresa è frizzante come il prosecco e il cambio dal piglio sportivo si manovra gran bene, con il motore a tre cilindri che sfodera un bel temperamento quando tiro le marce. Solo in questo frangente il sound un po' ruvido si fa sentire, ma per il resto la Swift sa essere molto silenziosa a vantaggio del comfort acustico nei lunghi viaggi. Sterzo e assetto strizzano l'occhio alla guida sportiva: il primo con il peso giusto per esaltare l'agilità e trasmettere insieme una buona confidenza fin dai primi metri; il secondo con una compostezza tra le curve che invoglia ad aumentare il ritmo (al prezzo però di qualche scossettina di troppo sulle piccole asperità). La ciliegina sulla torta (oppure l'oliva nel Martini, se preferite) è il sistema di guida assistita di secondo livello, che alla prova su strada è parso molto efficiente. E dimostra che la Swift è molto più di una citycar.

Nuova Suzuki Swift 2024 a confronto con le rivali Nuova Suzuki Swift 2024 a confronto con le rivali

PREZZI E ACCESSORI CONSIGLIATI

Nessun imbarazzo della scelta: la nuova Suzuki Swift è proposta nel solo allestimento Top full optional. Rispondono presente gli aiuti alla guida che arrivano a dare una guida assistita di livello 2, così come l'infotainment da 9'' compatibile con Apple CarPlay wireless e Android Auto via cavo, il clima automatico e il sistema keyless. Anche quanto a motori la proposta è una sola: il 3 cilindri benzina da 1,2 litri di cilindrata, con sistema mild-hybrid a 12 V. La scelta è tra cambio e trazione, visto che nuova Swift si presenta in tre versioni: con trazione anteriore e cambio manuale, con cambio automatico CVT  e con trazione integrale abbinata al cambio manuale. La trazione integrale, qui, è la AllGrip Auto, ossia del tutto automatica e senza alcun selettore. Ci pensa un giunto viscoso a farla intervenire quando rileva una perdita di trazione delle ruote anteriori. I prezzi per la Swift manuale a due ruote motrici partono da 22.500 euro; quella con cambio CVT vale 24.000 euro, mentre l'integrale costa 24.500 euro prima di applicare eventuali incentivi. Formule di finanziamento verranno annunciate all'arrivo nelle concessionarie, che è previsto a maggio 2024.

SCHEDA TECNICA

Motore 3 cilindri, 1,2 litri, benzina mild hybrid
Potenza massima di sistema 83 CV
Coppia massima di sistema 112 Nm
Velocità 165 km/h (manuale traz. ant.) - 170 km/h (CVT) - 160 km/h (AWD)
0-100 km/h 12,5 secondi (11,9'' CVT)
Cambio manuale a 5 marce/automatico CVT
Trazione Anteriore/integrale
Dimensioni 3,86 x 1,74 x 1,50 m
Bagagliaio da 265 a 589 litri
Peso o.d.m. 994 kg (manuale traz. ant.) - 1.032 kg (CVT e AWD)
Prezzo da 22.500 euro

Pubblicato da Emanuele Colombo, 20/03/2024
Tags
Gallery
Listino Suzuki Swift
Allestimento CV / Kw Prezzo
Swift 1.2 Hybrid 2WD Top 83 / 61 22.500 €
Swift 1.2 Hybrid 2WD CVT Top 83 / 61 24.000 €
Swift 1.2 Hybrid 4WD Allgrip Auto Top 83 / 61 24.500 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Suzuki Swift visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Suzuki Swift
Vedi anche