Logo MotorBox
Prova video

VW T-Cross 2024, radice quadrata di VW Touareg. Prova video


Avatar di Lorenzo Centenari , il 25/03/24

2 settimane fa - Minimi interventi fuori e dentro. E ora T-Cross è "adulta". Guido il 1.0 TSI DSG

Meccanica invariata, ma più classe. Fuori e dentro, ora T-Cross gioca a fare l"adulta" (anche nel prezzo?). Guido il 1.0 TSI 115

Quando si hanno le idee confuse, quando si è agitati, quando il ritmo della vita quotidiana ci travolge, ognuno recupera l'equilibrio a modo suo. C'è chi pratica meditazione. C'è chi svolge attività fisica. Io in quei casi, per riprisitinare una respirazione regolare, fisso per qualche minuto una nuova Volkswagen. Già, perché la compostezza con la quale ogni Volkswagen, da che mi ricordi, interpreta un restyling, sono per me fonte di serenità. Nuova VW T-Cross 2024, nuova la è davvero, almeno un po'. Ma è nuova solo dove lo decide lei, nessun gesto disordinato, niente azzardi. Per piacersi, e quindi per piacere pure agli altri, non ne ha alcun bisogno. L'ho vista dal vivo e posso confermarlo: fissare nuova T-Cross restituisce... pace. Sì, l'ho anche guidata: clicca Play sulla foto di cover per il video di routine.


Nuova VW T-Cross 2024: perché rivoluzionarsi? Nuova VW T-Cross 2024: perché rivoluzionarsi?

T-CROSS IN UN FLASH

Alla stregua delle sorelle maggiori T-Roc e Tiguan, sotto l’aspetto tecnico T-Cross 2024 conserva la piattaforma modulare trasversale MQB (in questo caso, nella variante MQB A0), una sicurezza. Per il resto, piccole novità all'esterno e in abitacolo, un set più completo di accessori tecnologici. Stop, tanto basta per restare sulla breccia ancora per un po'.

T-Cross che vince non si cambia T-Cross che vince non si cambia

GLI ESTERNI

Visivamente, T-Cross MY24 è immediatamente riconoscibile dal frontale e dalla linea di coda rivisitati, dove sono stati integrati fari, luci diurne e gruppi ottici posteriori a LED di nuova concezione, anche sull'allestimento di partenza Life: niente più fari alogeni, nemmeno se insisti. Progettati ex novo sono poi i più profondi e ''intelligenti'' fari a LED Matrix IQ.LIGHT (di notte, il fascio di luce abbagliante esclude automaticamente i veicoli in senso opposto, o che precedono), di serie sulla elegante versione Style e dei quali T-Cross è equipaggiata per la prima volta in assoluto. Completano il kit esterno tre nuovi colori: il Grape Yellow (uno sportivo giallo acceso), il Clear Blue Metallic dell'esemplare in foto (un celeste elegante) e il Kings Red Metallic (un rosso vivo chiaro). Beh, fossi in voi, pescherei senz'altro tra uno di questi.

Di tre quarti anteriore è più T-Roc Di tre quarti anteriore è più T-Roc

T-FEELING Osservandola di fonte, ora T-Cross ricorda un po' più da vicino VW T-Roc, mentre da dietro i parallelismi con nuova VW Touareg non sono dopotutto fuori luogo (ecco perché quel titolo). Massì, in fondo T-Cross è piccina piccina (anche se cresce di +2 cm, ora in tutto fanno 4 metri e 13 di lunghezza), ma replica le proporzioni di un SUV in piena regola: il frontale alto con il cofano che prosegue sopra la calandra, la fiancata dalla linea netta, i parafanghi leggermente svasati, i passaruota molto sagomati, i montanti C di grande impatto e la linea di coda con portellone che si inserisce in profondità nel paraurti dallo stile massiccio. Ecco - credo - perché piace così tanto: si viaggia compatti, ma... importanti.

Di tre quarti posteriore, più una mini-Touareg Di tre quarti posteriore, più una mini-Touareg

GLI INTERNI

Novità più interessanti on-board, visto che tutte le versioni sono ora dotate di quadro strumenti digitale (da 8 pollici o 10 pollici a seconda della versione), di serie prima solo sulla top di gamma. Muta anche il display centrale di infotainment (8 pollici sul basso di gamma, 9,2 pollici sulle top), ora leggermente in rilievo, o free-standing, per dirla con Volkswagen. In parole povere, il display ora ''scappa'' dalla sua sede naturale a filo cruscotto e si avvicina alla mano destra del conducente, facilitando così le ''ditate'' sullo schermo touch. Che conserva a grandi linee la medesima interfaccia precedente, piuttosto semplice. La navigazione è un optional, la compatibilità con Android Auto ed Apple CarPlay (anche in modalità wireless) è invece di serie ed è ciò che più conta.

Interni più digital Interni più digital

TOUCH & FEEL Sono stati invece mantenuti separati dal display (altra buona notizia) i comandi del climatizzatore. Pulsanti fisici oppure - nel caso dell’Air Care Climatronic automatico, opzionale - cursori touch retroilluminati. Un pelo meno intuitivi: devi rimodulare la pressione del dito, e non devi aspettarti il familiare ''click''.

Per il clima automatico, cursori a sfioramento Per il clima automatico, cursori a sfioramento

VEDI ANCHE



T-CLASS Un'altra piacevole analogia coi SUV Volkswagen di maggiori dimensioni? Per le superfici della plancia vengono utilizzati materiali più pregiati e con imbottitura soft, che fanno molto ''lounge''. Lo stesso dicasi per i rivestimenti delle porte del vano anteriore (almeno sulle versioni Style ed R-Line). Sembra un dettaglio, invece fa la differenza. Al tatto, ma anche alla vista.

Imbottiture di migliore qualità Imbottiture di migliore qualità

TRADIZIONALISTA Invariate tutte le misure interne. Divano posteriore sufficiente ''anche'' per tre adulti e regolabile di 140 mm longitudinalmente, caratteristica che permette al bagagliaio di oscillare da una capacità minima di 385 litri a un volume massimo di 455 litri. Altre novità, io in abitacolo non ne individuo: il tunnel centrale mi sembra identico a prima, massiccia leva del cambio inclusa, sia che l'esemplare adotti la trasmissione automatica DSG a 7 rapporti, sia il cambio manuale a 5 o 6 rapporti. Leva del cambio sporgente, uguale meno spazio portaoggetti, ma più comfort in caso di lunghi viaggi: oltre all'appoggia-gomito, hai anche un pratico... appoggia-palmo della mano. 

Il divano posteriore scorre di 14 cm Il divano posteriore scorre di 14 cm

PER QUEST'ANNO, NON CAMBIARE: I MOTORI

Il capitolo powertrain lo apro e lo chiudo abbastanza velocemente, dal momento che in Italia VW T-Cross 2024 può essere configurata esclusivamente con i due soliti (ed efficienti) propulsori turbo benzina a 3 cilindri a 1 litro di cilindrata (1.0 TSI). Il motore d'accesso conserva una potenza di 95 CV, mentre la potenza della motorizzazione superiore (con cambio automatico DSG disponibile in opzione) è stata portata da 110 CV a 116 CV. Sarei disonesto se dicessi che mi sarei accorto dell'upgrade, senza prima aver sbirciato la scheda tecnica. Una cosa onesta che invece mi sento di scrivere, è che non avverto la necessità di una motorizzazione superiore: T-Cross non nasce come SUV sportivo, né ha l'ambizione di diventarlo. E per l'uso comune, siamo a posto così. In pochi, credo, avvertiranno la mancanza né del precedente 4 cilindri 1.5 TSI da 150 CV, né di una alternativa ibrida: T-Cross è già relativamente ecologica di suo, visto che anche il 116 CV non oltrepassa una media consumi di 6,0 l/100 km, nemmeno a maltrattarla.

Il 1.0 TSI DSG? Rassicurante Il 1.0 TSI DSG? Rassicurante

ADAS T-Cross non invita a giocare con la potenza, invita semmai a giocare (ma a farlo con massima serietà) con i suoi nuovi sistemi di assistenza alla guida. Sorprendentemente, il Travel Assist è ora di serie su tutta la gamma: significa che sin dalla entry level hai a disposizione un programma di guida semi-autonoma di livello 2 (o di controllo assistito della dinamica longitudinale e trasversale, in gergo VW) che incrocia le funzioni di Cruise Control adattivo (anche con Stop&Go, in caso di cambio DSG) e di mantenimento attivo in corsia (Lane Assist). Sperimento di persona come il Travel Assist riesca a tenere conto anche dei limiti di velocità, delle curve e delle rotatorie. Ma guai ad abusarne...

Pacchetto ADAS da segmento superiore Pacchetto ADAS da segmento superiore

I PREZZI E QUALE SCEGLIERE

Sarà anche per l'abbondanza di nuove tecnologie, oltre che per una qualità interna complessivamente migliore, che oggi T-Cross costa più di prima. Si parte dai 26.200 euro della 1.0 TSI 95 CV in abito Life, per sconfinare oltre quota 30.000 euro con la 1.0 TSI 115 CV DSG in allestimento Style (eleganza) o R-Line (dettagli sportiveggianti). In entrambi i casi, eventuali promo a parte, 30.900 euro. Un buon compromesso è l'allestimento Edition Plus, che per soli +200 euro aggiunge, al pacchetto Life, accessori interessanti come cerchi da 17 pollici, ingresso e avviamento senza chiave, retrocamera di parcheggio. Presto, confronteremo T-Cross con le sue acerrime rivali. E ci sarà da divertirsi...

Le rivali la aspettano al varco... Le rivali la aspettano al varco...

SCHEDA TECNICA

VOLKSWAGEN T-CROSS 1.0 TSI STYLE DSG

Lunghezza 4.135 mm
Larghezza 1.760 mm
Altezza 1.559 mm
Passo 2.551 mm
Bagagliaio 385-455-1.281 litri
Motore 3 cil. 999 cc turbo benzina
Potenza 116 CV a 5.000 giri/min.
Coppia 200 Nm a 2.000 giri/min.
Cambio automatico doppia frizione a 7 rapporti
Trazione anteriore
Velocità massima 192 km/h
Acc. 0-100 km/h 10,3 secondi
Consumi 5,8-6,0 l/100 km (combinato WLTP) 
Emissioni CO2 131-138 g/km
Prezzo 30.900 euro

Pubblicato da Lorenzo Centenari, 25/03/2024
Tags
Gallery
Listino Volkswagen T-Cross
Allestimento CV / Kw Prezzo
T-Cross 1.0 TSI 95 CV Life 95 / 70 26.200 €
T-Cross 1.0 TSI 95 CV Ediiton Plus 95 / 70 26.400 €
T-Cross 1.0 TSI 115 CV Life 115 / 85 27.450 €
T-Cross 1.0 TSI 115 CV Edition Plus 115 / 85 27.650 €
T-Cross 1.0 TSI 115 CV Life DSG 115 / 85 29.150 €
T-Cross 1.0 TSI 115 CV Style 115 / 85 29.200 €
T-Cross 1.0 TSI 115 CV R-Line 115 / 85 29.200 €
T-Cross 1.0 TSI 115 CV Edition Plus DSG 115 / 85 29.350 €
T-Cross 1.0 TSI 115 CV R-Line DSG 115 / 85 30.900 €
T-Cross 1.0 TSI 115 CV Style DSG 115 / 85 30.900 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Volkswagen T-Cross visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Volkswagen T-Cross
Vedi anche