Autore:
Francesca Mondani

IONIQ 1 – 0 PRIUS Dopo averci mostrato il lato B della nuova Ioniq, Hyundai tira definitivamente giù tutti i veli e riporta sotto i riflettori la nuova concorrente di Toyota Prius. Lo fa con una serie di immagini da cui trapela un’idea finalmente chiara dell’estetica della neonata coreana, supportata da una serie di importanti dati tecnici che avevamo atteso con trepidazione. Confermata quella silhouette da coupé che avevamo già intuito dai teaser del mese scorso e che rende immediato il paragone con la Prius, rispetto alla quale però la Ioniq segna già il primo punto, assestandosi su coefficienti di resistenza aerodinamica ben migliori (uno 0.24 che la mette al pari della Tesla Model S e le permette di scavalcare anche la BMW i8).

DETTAGLI ESTETICI Per quanto riguarda il frontale, ritroviamo grossomodo nelle foto ufficiali le linee viste negli studi di design: una calandra esagonale cui si connettono i gruppi ottici sottili e spigolosi, un ampio paraurti dove spiccano le prese d’aria con luci a LED integrate e finiture blu che identificano immediatamente la Ioniq come un’auto ecologica. La doppia opzione degli pneumatici da 15 e 17” differenzierà il modello ibrido da quello elettrico e da quello plug-in. Per la personalizzazione della carrozzeria gli acquirenti avranno a disposizione 9 diverse vernici da abbinare a 3 tipi di rivestimenti per gli interni.

TECNOLOGIA NON INVADENTE Quanto agli interni, avevamo anticipato che con molta probabilità avrebbero avuto uno stile essenziale e in effetti le previsioni si sono rivelate giuste: la plancia è acqua e sapone, non completamente digitale né affollata di tasti, con bordature nello stesso blu delle finiture esterne. I dettagli alluminio della pedaliera, del cambio e del volante aggiungono raffinatezza all’abitacolo. Dati più concreti anche per quanto riguarda il sistema di infotainment: il display è da 7”, dispone di integrazione con dispositivi Apple e Android e proietterà le informazioni provenienti dai vari sistemi di sicurezza, come quello di aiuto al mantenimento della corsia di marcia, di monitoraggio dell’angolo cieco e di frenata automatica di emergenza. L’equipaggiamento standard comprenderà anche 7 airbag, compreso quello per le ginocchia del guidatore.


TAGS: hyundai hybrid plug in auto elettriche auto ibride ev salone di ginevra 2016 ginevra 2016 ioniq ibride plug-in