Pubblicato il 17/04/21

SUBITO PROTAGONISTA L'ingresso di Yuki Tsunoda in F1 non è passato inosservato. Il piccolo giapponese (1,59 m, qui le altezze di tutti i piloti del Mondiale 2021) si è subito messo in mostra sia per le prestazioni in pista - in Bahrain è diventato il primo pilota nato nel 2000 a conquistare punti iridati - sia per la schiettezza davanti ai microfoni e nelle comunicazioni via radio. Nel sabato del GP Imola ha sicuramente regalato grande intrattenimento, ma dopo i complimenti per l'esordio ci sono da registrare alcuni peccati di gioventù dalle conseguenze anche pesanti.

I TEAM RADIO Lo show del pilota dell'AlphaTauri è iniziato nelle PL3 del mattino, chiuse con l'undicesimo tempo, durante le quali Tsunoda si è più volte lamentato per il traffico in pista, utilizzando un linguaggio anche piuttosto colorito. Nel mirino in particolare Sergio Perez, che procedeva lentamente alla Rivazza e ha finito per disturbare un tentativo del giapponese, il quale lo ha etichettato con una serie di epiteti conditi dalla classica parola inglese di quattro lettere che inizia per F. Successivamente, Tsunoda ha regalato anche un momento di ilarità quando ha detto via radio di trovarsi nel ''paradiso del traffico'', un modo simpatico di definire il serpentone di auto che lo precedeva.

F1, GP Emilia Romagna 2021: il team radio di Tsunoda contro Perez

LA MULTA Forse innervosito da quanto avvenuto in pista, Tsunoda si è distratto rientrando in corsia box, dove è stato pizzicato oltre il limite di velocità di 80 km/h. Nulla di eclatante, ma gli 82,4 km/h segnalati dalla fotocellula gli sono costati una multa di 300 euro. L'infrazione non comporta invece punti di penalità sulla Superlicenza.

L'INCIDENTE Il peggio per Tsunoda doveva però ancora arrivare. A qualifiche appena iniziate, infatti, il giapponese ha approcciato la Variante Alta di Imola in maniera troppo aggressiva, finendo per perdere il retrotreno della sua AlphaTauri. La AT02 ha così picchiato pesantemente contro le barriere esterne, registrando danni importanti. Sessione finita prima ancora di completare un giro per Tsunoda, che così sarà costretto ad iniziare il GP Emilia Romagna dall'ultima posizione.

F1, GP Emilia Romagna 2021: Yuki Tsunoda (AlphaTauri)

TROPPO ECCITATO Davanti ai microfoni, Tsunoda non ha nascosto le sue responsabilità, raccontando così l'errore: ''Ho spinto troppo in entrata, ad essere onesti. Fino ad allora era stato un giro fantastico. Penso che potenzialmente sarebbe stato facile passare la Q1 con un solo set di gomme. Ero solo troppo eccitato. Per me è stato solo uno stupido errore, quindi mi dispiace davvero per la squadra. Devo resettare oggi e pensare alla gara di domani. Spero che la macchina venga recuperata appieno, sembrava piuttosto messa male quando l'ho vista sul retro''.


TAGS: f1 tsunoda ImolaGP 2021