Pirelli, Isola: "Gap diversi tra le gomme di quelli che ci attendevamo"
F1 2021

Pirelli: "Gap diversi tra le gomme di quelli che ci attendevamo"


Avatar di Simone Valtieri , il 16/04/21

7 mesi fa - Mario Isola e Pirelli hanno diramato i nuovi "delta" tra le mescole

Mario Isola, numero uno del Pirelli Motorsport, ha raccontato la complicata giornata di lavoro a Imola e diramato i nuovi "delta" tra le mescole
Benvenuto nello Speciale IMOLAGP 2021, composto da 24 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario IMOLAGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SENZA INTERNET Nel consueto meeting del venerdì pomeriggio, il responsbile del Motorsport Pirelli Mario Isola ci ha illustrato i dati raccolti dalla casa milanese nelle prime due sessioni di prove libere del Gran Premio dell'Emilia Romagna a Imola, FP1 e FP2. Non è stato facile lavorare oggi per i ragazzi di quello che potremmo definire a tutti gli effetti il terzo team italiano in pista, soprattutto di fronte ai problemi informatici che hanno afflitto la giornata lavorativa di tutti i team nel paddock. ''Oggi è stato un incubo lavorare, non abbiamo ricevuto alcun dato in diretta. Capisci l'importanza dei dati quando non li hai, è stato complicato lavorare'' - ha commentato con una battuta Mario, spiegando comunque che i tecnici sono riusciti a recuperare tutti i dati necessari per proseguire il loro lavoro.

VEDI ANCHE



GRAINING SULLA SOFT E da questi dati è emerso come il Delta time tra le mescole sia stato diverso da quello atteso alla vigilia. ''Prevedevamo che il livello di grip della gomma più dura fosse minore di quanto non sia stato in effetti - ha esordito Isola - Probabilmente a causa delle basse temperature, mentre la performance delle gomme Soft è stata un po' penalizzata dal graining, comparso però solo sui long run a pieno carico, mentre si è dimostrata essere un'ottima gomma per il giro da qualifica. Il punto è che la C2 (la Hard) ha lavorato meglio di quanto ci aspettassimo, anche se per farla andare forte occorre fare almeno un giro di preparazione in più. Detto ciò, i dati raccolti ci indicano come il Delta sul giro tra la Hard e la Medium sia di circa mezzo secondo, e di circa 7 decimi tra Medium e Soft''.

IL CASO MERCEDES Questo dato sulla differenza prestazionale tra le gomme, però, non è univoco: ''Un'altra informazione raccolta è che diversi team hanno mostrato Delta differenti da quelli appena spiegati - ha aggiunto precisando Mario Isola - Se avete visto la Mercedes è stata in grado di usare le gomme medie molto bene, azzarderei che la differenza tra Medium e Soft per loro è di circa un paio di decimi, questo probabilmente influirà sulla loro strategia per gara e qualifica''. I piloti delle Frecce d'Argento, Hamilton e Bottas, potranno infatti qualificarsi più agevolmente con le Medium e sfruttarle nella prima parte di gara. ''Per domenica sappiamo che qui a Imola - senza safety car - sarà una gara da una singola sosta, e potremmo vedere combinazioni differenti, visto che la Hard è un'ottima gomma, la Medium è la gomma ideale, mentre la Soft dipenderà da team a team, soprattutto dal primo stint''.


Pubblicato da Simone Valtieri, 16/04/2021
Gallery
ImolaGP 2021
Logo MotorBox