Pubblicato il 01/03/21

IL 2022 È VICINO Le gomme da 18 pollici sono prossime al debutto in Formula 1, manca appena un anno alla rivoluzione regolamentare 2022 e la Pirelli - la casa milanese fornitrice ufficiale dei pneumatici nel massimo campionato - ha pianificato un calendario di 10 sessioni di test per un totale di 28 giorni, che vedrà impegnati nove team su dieci (tutti tranne la Williams). Il programma di sviluppo era già iniziato nel 2019, ma era stato sospeso nel 2020 a causa del Covid-19, e anche quanto comunicato oggi è soggetto a possibili modifiche. Nel corso dei test verranno provati sia i pneumatici da asciutto (sette sessioni) sia quelli da bagnato (tre sessioni) con quattro sessioni ''stand-alone'' e sei che si svolgeranno immediatamente dopo un weekend di gara.

TEST GIÀ INIZIATI Il calendario prevede anche tre date pregresse, che hanno già avuto luogo a Jerez del La Frontera, in Spagna, con la Ferrari che dal 22 al 24 febbraio scorso ha provato sia le mescole slick che quelle wet. Quest'anno, in totale, le sessioni di test si sviluppano su 20 giorni-macchina ma, considerato che più di un costruttore sarà coinvolto in alcune sessioni, di fatto saranno 28 i giorni-macchina complessivi (22 su asciutto e 6 su bagnato). ''Non vediamo l'ora di riprendere i test per i nuovi pneumatici da 18 pollici ma, poiché la pandemia di Covid-19 - che ha portato alla sospensione dei test lo scorso anno - non si è ancora conclusa, è possibile che il programma previsto per quest'anno subisca delle modifiche in corsa''. Spiega Mario Isola, responsabile del settore Motorsport Pirelli.

PIANO B ''Ecco perché abbiamo anche un piano di riserva'' - ha aggiunto Isola - ''A ogni modo, abbiamo implementato un calendario che dovrebbe consentirci di riprendere saldamente da dove avevamo interrotto nel 2019 così da finalizzare le specifiche per la nuova generazione di pneumatici sulla base delle nuove regole che daranno alla Formula 1 un aspetto molto diverso a partire dal 2022. Ringrazio tutti i Team per il supporto nel fornire simulazioni e mule car che sono per noi un'ottima base su cui lavorare. Quest'anno proveremo sia i prototipi slick sia quelli wet da 18 pollici: abbiamo già iniziato a Jerez in Spagna per tre giorni con Ferrari - conclude Isola - e termineremo il programma a settembre sul circuito francese di Magny-Cours con Alpine''.


TAGS: pirelli formula 1 f1 2021 Mario Isola 18 pollici