Pubblicato il 26/11/20

PROVE DI 2021 La F1 entra nel trittico conclusivo della stagione 2020 e comincia già a guardare alla prossima stagione. Nel corso dei weekend del GP Bahrain (29-29 novembre) e del GP Abu Dhabi (11-13 dicembre), tutti i piloti potranno provare gli pneumatici Pirelli con specifica 2021, omologati dalla FIA dopo il test effettuato durante le PL2 del GP Portagallo, disputate sul circuito di Portimao il mese scorso.

LE REGOLE Per permettere alle squadre questo assaggio delle nuove gomme, considerando la riduzione a soli tre giorni dei test invernali del prossimo anno, è stato modificato a seguito di una votazione l'articolo 24.1 del Regolamento Sportivo. Pirelli fornirà dunque per questo weekend due set di pneumatici mescola C3 2021 per ogni monoposto. Entrambi i treni possono essere utilizzati nelle PL1 o nelle PL2, a discrezione delle squadre, per un minimo di sei giri cronometrati ciascuno. Almeno uno di questi deve essere utilizzato in questo modo nelle PL2, anche se fosse già stato utilizzato nella prima sessione. La pressione degli pneumatici è stata fissata a 21 psi per le anteriori (1,5 psi in meno rispetto alla specifica 2020) e 20,5 per le posteriori (0,5 in meno rispetto alle attuali).

Mario Isola (Pirelli)

BIS A YAS MARINA La seconda occasione per prendere contato con i nuovi pneumatici sarà ad Abu Dhabi, nel corso del weekend finale della stagione. In questo caso, ai team verrà fornito un set di pneumatici mescola C4 2021 che dovrà essere utilizzato nelle PL2, per un run di almeno otto giri cronometrati. In entrambe le occasioni, i pneumatici 2021 verranno forniti in aggiunta alla dotazione standard di gomme, che prevede due set di P Zero White hard, tre set di P Zero Yellow medium e otto set di P Zero Red soft per auto.


TAGS: pirelli f1 BahrainGP 2020