Pubblicato il 31/10/20

UNA SOSTA La pista di Imola piace alle gomme Pirelli e domani nel Gran Premio dell'Emilia Romagna sarà possibile vedere più di una strategia. Sarà una gara a una sosta, Safety Car permettendo. Tutte e tre le mescole portate dalla casa milanese per il terzo appuntamento italiano di questo Mondiale di Formula 1, saranno utilizzabili senza limitazioni dovute alla possibile usura eccessiva e dunque chi partirà con le gomme Medium (le due Mercedes e Verstappen) potrà cambiare dopo metà gara con la Soft, mentre chi partirà con la gomma Soft potrà scegliere se concludere la gara con una Medium o con la Hard.

Mario Isola (Pirelli)

PROGRAMMI DIFFERENTI Questo è quanto emerge dalla solita chiacchierata del post prove libere (in questo caso, visto il weekend breve di Imola, anche post qualifica) con Mario Isola, responsabile del settore Motorsport Pirelli. . ''Oggi abbiamo visto i team impegnati su programmi differenti'' - ha spiegato Isola - ''Non tutti hanno utilizzato tutte e tre le mescole a disposizione, ma d'altra parte in un'ora e mezza non è stato facile per loro completare tutto il programma, bisognava trovare il setup, capire le gomme e il loro funzionamento sia sui long run che sul giro, abbiamo visto probabilmente per la prima volta programmi radicalmente differenti da team a team''.

STRATEGIE Il divario prestazionale tra le tre mescole è comunque stato in linea con quanto atteso dalla Pirelli: ''Tutte e tre le gomme sono buone per la gara, anche se la differenza tra loro è leggermente più alta di quanto atteso: ci aspettevamo circa mezzo secondo di margine tra Soft e Medium, e invece siamo sui 6-7 decimi ma questo non impatterà sulle strategie. Abbiamo visto un po' di graining con la pista sporca, ma la situazione è migliorata con l'evoluzione della pista e non ci aspettiamo di vederlo domani in gara. Ci attendiamo una strategia a una sosta con la combinazione delle tre mescole. La strategia Soft-Medium e quella Soft-Hard sono molto vicine tra loro, chi partirà con le Medium dovrebbe poter mettere le Soft nel finale. Medium-Hard la aspettiamo più lenta ma il suo vantaggio è una finestra più ampia per il pit-stop, in caso magari di Safety Car nella prima parte di gara''.

COME DA PREVISIONI Abbiamo inoltre chiesto a Mario Isola se le previsioni dei tempi sul giro fossero state rispettate, visto che in questa stagione più volte si è scesi sotto le previsioni delle simulazioni: ''Ci attendevamo il tempo di oggi di Bottas (1:13.609), non perché siamo dei maghi ma perché le simulazioni erano stavolta anche più ottimistiche, si parlava di tempi sotto l'1.13. Ma è chiaro che su una pista totalmente nuova si possono fare errori, come avvenuto a Portimao, dove si è andati un secondo più veloce del previsto per la pole position. Per domani invece 1:16.5 è probabilmente raggiungibile, ovviamente considerando il livello di benzina (e dunque nel finale), ma non saremo lontani da un passo sul 1:18.''


TAGS: pirelli formula 1 f1 2020 Mario Isola GP Emilia Romagna 2020 ImolaGP 2020