Pubblicato il 30/10/20

SQUADRA IN CRESCITA La Renault è tra le scuderie più in forma di questa seconda parte di stagione. Il team della casa francese è finalmente tornato sul podio di un gran premio grazie al terzo posto di Daniel Ricciardo nel GP Eifel e, grazie ai tanti piazzamenti nelle ultime gare, può ancora ambire a chiudere il campionato al terzo posto nella classifica Costruttori. Ne abbiamo parlato con il team principal Cyril Abiteboul, in un incontro con la stampa italiana organizzato alla vigilia del weekend di Imola.

CONSISTENZA E QUALCHE RIMPIANTO Ad Abiteboul abbiamo chiesto di dare un giudizio sul campionato 2020 della Renault, alla vigilia del quint'ultimo apputamento della stagione: ''È una buona stagione, con buoni risultati. Il podio di Ricciardo, senz'altro, ma non solo quello. Da Spa in poi siamo stati probabilmente il secondo team per punti, mostrando affidabilità e consistenza su diversi tracciati. A Barcellona e Portimao abbiamo avuto ancora alcuni problemi che dovremo risolvere nel corso dell'inverno''. Attualmente la Renault è quinta tra i Costruttori, ma a soli 6 punti dalla terza posizione occupata dalla Racing Point: ''Abbiamo perso circa 45 punti a causa di 4 ritiri e questo chiaramente non è accettabile - ha aggiunto con rammarico Abiteboul - Il campionato è molto combattutto e con quei punti sarebbe una stagione ancora migliore''. Cercando di quantificare la soddifazione per quest'anno, il manager francese ha preso in considerazione tutti gli scenari possibili: ''Al momento sono felice al 50%, abbiamo fatto progressi nel campionato. L'obiettivo è finire terzi, ma siamo in lotta fino al sesto posto (attualmente occupato dalla Ferrari, ndr). Il 100% della soddisfazione sarebbe raggiungere la terza posizione finale''.

GP Eifel 2020, Nurburgring: Daniel Ricciardo (Renault)

FIDUCIA NEL FUTURO I risultati di quest'anno, con Ricciardo attualmente quarto nel mondiale Piloti, vengono visti come un buon auspicio nel percorso di crescita della Renault. Il team vuole tornare a lottare per i mondiali e per farlo, dal prossimo anno, schiererà nuovamente il pilota con cui ha conquistato gli ultimi titoli: Fernando Alonso. Abiteboul non ha nascosto le ambizioni: ''I risultati dimostrano che il team sta lavorando e realizzando un grande sviluppo. Il percorso è quello per arrivare definitivamente a lottare per il titolo nei prossimi 2-3 anni''.

SGAMBETTO RACING POINT A proposito di Alonso, è notizia di oggi il test di due giorni che lo spagnolo effettuerà la prossima settimana, al volante della RS18 del 2018. Potrebbe essere l'ultima volta in pista per quest'anno, dato che la sua presenza nei rookie test che si disputeranno ad Abu Dhabi dopo l'ultimo gran premio dell'anno è in forte dubbio. Come ha spiegato Abiteboul, la Racing Point si è opposta alla presenza del due volte iridato nella sessione dedicata ai giovani piloti. Un'opposizione che sembra una piccola vendetta per la protesta presentata dalla stessa Renault riguardo i condotti freni della RP20 e che ha portato a una multa e a una decurtazione di punti per il team di Lawrence Stroll. Abiteboul non ha voluto far polemica, spiegando che lo sport è così e che l'ultima parola spetterà comunque alla FIA.


TAGS: renault alonso f1 ImolaGP 2020