Pubblicato il 31/10/20

PASSO INDIETRO Dopo due qualifiche consecutive in cui abbiamo parlato di prestazioni in crescita e persino sorprendenti rispetto alle attese, la Ferrari SF1000 vista a Imola compie forse un piccolo passo indietro. Già nella mattinata di inedite prove libere 1, Sebastian Vettel e soprattutto Charles Leclerc avevano faticato a trovare il feeling di guida sui saliscendi dell’autodromo del Santerno. Così, è finita con un Charles Leclerc che è comunque entrato in Q3 ma lo ha dovuto fare con gomme Soft (un po’ come tutti i rivali di centro classifica) interrompendo il trend positivo di seconde file instaurato al Nurburgring e poi proseguito a Portimao.

F1 GP Emilia Romagna 2020, Imola: Charles Leclerc e Sebastian Vettel (Scuderia Ferrari)

LECLERC P7Purtroppo – ha spiegato Leclerc, che domani partirà settimo, al fianco di Daniil Kvyat – non abbiamo progredito nonostante le modifiche d’assetto rispetto alle prove libere. Il bilanciamento sembrava essere migliorato però la prestazione è rimasta più o meno la stessa. Ho pure dovuto spingere per due giri con le Soft e non è ideale, ma in gara darò comunque tutto. Bisognerà far funzionare le gomme nel primo stint e siamo in una situazione più simile a quella del Nurburgring che non a quella di Portimao”.

F1 GP Emilia Romagna 2020, Imola: Charles Leclerc (Scuderia Ferrari)

PROGRESSI Leclerc, che in mattinata era sembrato anche piuttosto nervoso a causa del comportamento sottosterzante della monoposto, non perde però la flemma da “capitano” della Rossa: “Dovremo tenere duro a inizio gara… Arriviamo da due gare in cui c’erano stati progressi, ma siamo comunque rimasti con i piedi per terra. Sappiamo quanto è dura migliorare, ma siamo settimi e comunque tutti molto vicini. Avrei potuto anche fare meglio, c’è poco distacco da Gasly e forse questa posizione è anche colpa mia. Lavoriamo bene per domani e proviamo a migliorare le cose in gara”.

F1 GP Emilia Romagna 2020, Imola: Sebastian Vettel (Scuderia Ferrari) durante le qualifiche

PIÙ FEELING Per un Leclerc che si prende colpe forse non sue, c’è un Vettel che invece si dice soddisfatto per la rinnovata fiducia al volante della SF1000. Fiducia che però non ha portato a miglioramenti di sorta nelle prestazioni, con il tedesco ancora una volta fuori in Q2: “Sono rimasto contento della qualità dei miei giri anche se è chiaro che non siamo riusciti a essere abbastanza veloci da meritarci il passaggio del turno. In qualifica mi sono sentito meglio rispetto alle libere e ho provato ad estrarre tutto il potenziale dalla macchina. Visto che mi sentivo a mio agio, ho rischiato un po’ e ho commesso qualche errore finendo largo alla chicane e perdendo una posizione per essere andato oltre i limiti della pista. Domani? Se si ritirassero tutti potrei chiudere un po’ più avanti (ride, ndr)Partiremo indietro e non sarà facile recuperare su una pista dove i sorpassi sono complicati. Sarà importante conservare le gomme, poi vedremo”.


TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel f1 scuderia ferrari Charles Leclerc f1 imola GP Emilia Romagna ImolaGP 2020