Pubblicato il 01/11/20

SETTE DI FILA Il risultato era nell’aria. E, tra l’altro, poteva anche essere centrato domenica scorsa al Gp del Portogallo di Portimao. La grandezza, però, non dovrebbe mai essere sminuita né data per scontata. Ed è per questo che Mercedes farà bene a festeggiare i sette titoli costruttori di fila: un dominio talvolta messo in discussione ma mai interrotto da quando, nel lontano 2014, è entrato in vigore l’attuale regolamento con le power unit turbo ibride. Per tre anni è stata lotta interna al team, con Hamilton contro Rosberg e Rosberg contro Hamilton. Dal 2017 in poi, risolta la contesa interna al box con il ritiro di Nico e l’arrivo del pacioso Valtteri Bottas, è stata la Ferrari a provare a mettere i bastoni tra le ruote del panzer d’argento.

F1, GP Emilia Romagna: Lewis Hamilton (Mercedes) passa sotto alla bandiera a scacchi

RECORD Dapprima in maniera forse un po’ timida nell’attesa di avere, nel 2018, un’auto davvero in grado – almeno fino a 2/3 di stagione – di lottare alla pari con le Frecce d’argento. Il resto è storia recente, con la capricciosa SF90 e la disastrosa SF1000 di questo tremendo 2020. Nel video sotto, la celebrazione di un team che entra definitivamente nella storia della Formula 1: mai nessuno prima d’ora è riuscito infatti a conquistare sette titoli costruttori di fila. Nella stessa stagione in cui Lewis Hamilton ha staccato Michael Schumacher nella classifica dei più vincenti, la Mercedes turbo ibrida scavalca la Ferrari dell’epoca d’oro del Kaiser per numero di campionati consecutivi (1999-2004 contro 2014-2020).


TAGS: ferrari mercedes formula 1 valtteri bottas lewis hamilton f1 Michael Schumacher nico rosberg f1 imola Mondiale Costruttori Video F1 Campione del Mondo GP Emilia Romagna ImolaGP 2020