Pubblicato il 16/03/21

TSUNODA, CHE INIZIO! Nei test invernali appena disputati in Bahrain ha particolarmente impressionato il giapponese Yuki Tsunoda, pilota che esordisce in F1 quest'anno al volante dell'AlphaTauri. Il rookie ha percorso oltre 1000 km totali e nell'ultima giornata ha fatto segnare il secondo tempo assoluto, fermandosi a pochi centesimi dal limite imposto da Max Verstappen. Insomma, un esordio con i fiocchi, ma sul quale pesa un piccolo inganno subito scoperto tramite le immagini televisive.

DRS LIBERTINO Tsunoda, infatti, è stato pizzicato ad aprire il DRS 100-200 metri prima del normale punto di attivazione sul rettilineo principale del Bahrain International Circuit. Questo è posizionato circa 170 metri dopo l'uscita della curva 15, ma dalle immagini si è notato come il giapponese spalancasse l'ala mobile appena entrato in rettilineo, guadagnando così in spunto e velocità di punta. Non stupisce dunque che la sua AlphaTauri abbia fatto registrare la seconda velocità di punta più elevata dell'ultimo giorno di test, con un dato di 322 km/h secondo solo ai 325 della Ferrari di Charles Leclerc.

NORRIS CI SCHERZA È importante sottolineare che Tsunoda non ha commesso alcuna infrazione: nei test pre-stagionali, infatti, non ci sono restrizioni sui punti di attivazione del DRS che sul tracciato di Sakhir sono solitamente tre. I tempi del pilota dell'AlphaTauri sono dunque validi, ma ovviamente meno indicativi. Sulla vicenda ha scherzato Lando Norris, il quale ha commentato ironicamente sul profilo Instagram del giapponese: ''Come va il DRS?''. Tsunoda ha anche incassato i complimenti di Helmut Marko: ''Ha fornito una prestazione sensazionale. Mi aspetto una lotta accesa a centrogruppo''.


TAGS: f1 tsunoda BahrainTest 2021