Mattia Binotto: "La Ferrari SF21 è più veloce, ma non facciamo confronti"
F1 2021

Ferrari, Binotto: "Velocità non più un problema. Presto per fare confronti"


Avatar di Simone Valtieri , il 14/03/21

8 mesi fa - Binotto è soddisfatto del recupero della velocità rispetto al 2020

Il team principal di Maranello è soddisfatto del recupero della velocità, ma ha glissato sul passo Ferrari che sembra essere più lento dei rivali
Benvenuto nello Speciale BAHRAINTEST 2021, composto da 14 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario BAHRAINTEST 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

EQUILIBRIO Il team principal della Scuderia Ferrari, Mattia Binotto, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky Sport nel corso dell'intervallo tra la mattinata e il pomeriggio di test odierni in Bahrain. Se nel 2019 si era lasciato andare a frasi ottimistiche, e lo scorso anno a dissertazioni molto pessimistiche, quest'anno Binotto ha scelto la via della moderazione estrema, cercando di non sbilanciarsi in alcun modo, ma ammettendo comunque quantomeno che con la SF21 vi sia un miglioramento rispetto alla vettura dello scorso anno, in pratica il minimo indispensabile per affrontare una stagione lunga e densa di lavoro come quella che attende tutti i team di Formula 1. 

F1 Bahrain Test 2021, Charles Leclerc (Ferrari) F1 Bahrain Test 2021, Charles Leclerc (Ferrari)

CAPIRE LA MACCHINA Andando per ordine, il team principal di Maranello ha parlato dei long run, che hanno visto un passo della Ferrari più simile a quello della Alfa Romeo Racing di Raikkonen che di quelli che dovrebbero essere i diretti rivali, almeno nelle intenzioni del team. ''Queste analisi che state facendo noi ancora non le abbiamo fatte'' - ha esordito Binotto circa la presunta usura eccessiva delle gomme - ''Stiamo cercando solo di capire la macchina, sono tre giorni di test, molto intensi abbiamo alternato i piloti, stiamo cercando di raccogliere più dati possibili e soprattutto di valutare la correlazione con gli strumenti di Maranello. Per l'analisi della prestazione rispetto agli altri è molto presto, le condizioni della pista molto variabili. Ancora una volta: più che pensare agli altri pensiamo a noi stessi in questo momento e cerchiamo di prepararci al meglio per l'inizio di stagione''.

VEDI ANCHE



CORRELAZIONE BUONA Lo stesso Charles Leclerc aveva comunque ammesso una effettiva correlazione di dati tra simulazioni e pista, ma Mattia Binotto ci ha tenuto a specificare prima un dato che stava ingannando gli addetti ai lavori: ''Il simulatore nuovo non è ancora funzionante, lo attivieremo nel corso di quest'anno in vista delle prossime stagioni, ma non servirà per la vettura di quest'anno''. Circa il comportamento della macchina, ha poi aggiunto: ''Per come si sta comportando la vettura perlomeno la correlazione dei dati è buona rispetto a prima e questo è un grosso passo avanti, non significa essere veloci ma è importante quantomeno avere strumetni corretti di progettazione rispetto al passato''.

Test Bahrain 2021, Charles Leclerc (Ferrari) Test Bahrain 2021, Charles Leclerc (Ferrari)

ADDIO PROBLEMA VELOCITÀ Binotto ha anche ammesso una cosa apparsa palese agli osservatori, ossia che il nuovo motore - ma non solo - sembra aver fatto recuperare alla Ferrari la velocità persa lo scorso anno: ''Se guardiamo le velocità sul dritto l'anno scorso eravamo distanti, quest'anno non è più un problema, merito di aerodinamica e del motore ecresciuto. Nei prossimi 15 giorni capiremo meglio dove siamo rispetto agli altri e nelle prossime settimane ancora meglio perché il Bahrain è sempre un tracciato piuttosto caratteristico''.

F1 Bahrain Test 2021, Charles Leclerc (Ferrari) F1 Bahrain Test 2021, Charles Leclerc (Ferrari)

NESSUN OBIETTIVO Mattia Binotto preferisce però non esternare alcun obiettivo per la stagione 2021, ponendo l'attenzione sulle tante sfide che questa comporterà per tutti. ''Il nostro obiettivo è fare un passo avanti ma è ancora presto, non ci sono stati confronti diretti'', ha spiegato. ''Le vetture saranno tutte molto vicine l'una all'altra, basteranno pochi dettagli a fare la differenza e ogni pista potrebe essere diversa. All'inizio della stagione è giusto essere sempre ottimisti, ma sarà un anno molto complicato perché tante sfide ci aspettano tra cui la progettazione della monoposto 2022, c'è un regolamento finanziario da gestire, ci sarà una stagione in pista anche quella non facile, l'integrazione dei due nostri piloti, con Carlos che comunque si sta inserendo  bene in squadra, siamo molto contenti per come sta lavorando in macchina, con gli ingegneri, con Charles. 

UN PO' DI OTTIMISMO Infine Mattia Binotto è tornato sulla questione ottimismo. ''Ci sono tante sfide da affrontare, l'ottimismo è giusto che ci sia in questo momento. Lo scorso anno eravamo partiti con grosse difficoltà a Barcellona durante i test, poi in Australia non si è corso, ci siamo fermati. Questa sarà una stagione comunque lunga di 23 gare, è vero che svilupperemo poco queste vetture ma ci sarà comunque spazio per correggerle''.


Pubblicato da Simone Valtieri, 14/03/2021
Gallery
BahrainTest 2021
Logo MotorBox