Pubblicato il 27/02/2020 ore 10:25

MERCEDES FAVORITA La prima sessione di test di Formula 1 a Barcellona aveva costruito negli osservatori la certezza granitica che la Mercedes fosse un gradino sopra chiunque altro e che potesse facilmente mettere all'angolo ogni avversario e vincere il Mondiale prima ancora di disputarlo. Red Bull e Ferrari stanno invece nascondendo le proprie carte, anche se soprattutto per quanto riguarda la scuderia italiana è emersa qualche perplessità circa la possibilità che possa contrastare i campioni del mondo in carica.

Toto Wolff (Mercedes) e Mattia Binotto (Ferrari)

CHE KUBICA A rilanciare invece le possibilità della rossa sono state alcune dichiarazioni circolate nel paddock al termine della prima giornata di test di questa seconda sessione, terminata con il miglior tempo di Robert Kubica su Alfa Romeo Racing motorizzata Ferrari, seppure utilizzando le morbidissime mescole C5, le gomme più performanti della gamma Pirelli. Proprio l'ottimo risultato ottenuto dal pilota polacco, ha convinto Toto Wolff che la casa del Cavallino stia correndo con un motore largamente depotenziato, come d'altra parte attestano le scarsissime velocità di punta ottenute dalla SF1000 in questi giorni catalani.

Test F1 Barcellona 2020, Valtteri Bottas (Mercedes), Charles Leclerc (Ferrari)

NASCONDINO ''Avete potuto vedere cosa è in grado di fare il motore Ferrari grazie ai test di Alfa Romeo e Haas'' - ha spiegato il team principal della Mercedes - ''La velocità massima della Ferrari è tutt'altra, c'è probabilmente almeno un secondo là dietro''. A rispondere a Wolff è stato lo stesso numero uno della Ferrari, Mattia Binotto nella conferenza stampa di ieri: ''Questo non è corretto, loro sembrano sapere abbastanza bene ciò che stiamo facendo ma non è propriamente così''.

Test F1 Barcellona 2020, Claire Williams (Williams)

PUNTO DEBOLE Un indizio in più in tal senso arriva dalle parole di Claire Williams, la team principal dell'omonima scuderia che ha individuato una vulnerabilità nello squadrone Mercedes, fornitore ufficiali di motori della casa britannica. ''Abbiamo avuto diversi problemi con la nostra Power Unit, quello di oggi (ieri n.d.r.) è stato il terzo in questi test. Non dipende dalla nostra auto, e tutti sono un po' arrabbiati perché con soli sei giorni a disposizione abbiamo perso tanto tempo, dobbiamo solo sperare che tutto vada bene negli ultimi due giorni''.


TAGS: ferrari mercedes formula 1 toto wolff mattia binotto claire williams F1 testing Test F1 Barcellona 2020