Pubblicato il 26/02/2020 ore 15:25

PIU' DI UN GRAN PREMIO Mattinata piena per Sebastian Vettel quest'oggi a Barcellona. Il pilota della Ferrari ha completato 84 giri, ben oltre la distanza del GP che qui si disputa su 66 passaggi, con un miglior crono di 1:18.113 ottenuto con gomma media C3 che abbassa di pochi millesimi la sua miglior prestazione della scorsa settimana. Per il quattro volte campione del mondo anche un piccolo inconveniente, con un testacoda tra curva 7 e 8 avvenuto in seguito a una leggera escursione sulla ghiaia.

SEGNALI POSITIVI Nel pomeriggio di Barcellona, Vettel si è presentato in conferenza stampa accompagnato dal team principal della Ferrari, Mattia Binotto. Parlando della sua mattina in pista al volante della SF1000, Sebastian ha dichiarato: ''Settimana scorsa ero un po’ malato, ora sto molto meglio. Sicuramente c’è stato un miglioramento, soprattutto nella percorrenza in curva. Per quello che riguarda la performance in rettilineo è più difficile riuscire a capire a che punto siamo anche perché non è questo l’obiettivo dei test. Abbiamo fatto molto lavoro per migliorare il lavoro della macchina in curva. La monoposto ha fatto un grosso passo in avanti, specialmente nelle curve veloci, come la curva 3 e la curva 9. Poi, in tutto il resto della pista riusciamo ad essere più veloci grazie al maggiore grip di cui disponiamo. Il tempo in inverno non è quello che si può incontrare in estate, ma mi rendo conto che abbiamo più grip. Se ne è reso conto anche il mio collo''.

F1 Testing 2020: Sebastian Vettel (Ferrari)

TRATTATIVE POSTICIPATE Si è parlato molto del futuro di Vettel. Il tedesco, come noto, è in scadenza di contratto con la Ferrari: ''La mia situazione contrattuale non è la nostra principale urgenza. Abbiamo molto lavoro da fare. Non sono più preoccupato rispetto a 3 anni fa. Amo guidare, quando la settimana scorsa sono tornato in macchina ero molto emozionato. Sono qui per vincere, quando ho firmato per Ferrari l’ho fatto per diventare campione del mondo ma ancora non ci siamo riusciti. La mia priorità è mettere in pista la macchina migliore possibile. Il contratto per ora non è importante. Più avanti, il contratto sarà una priorità e ne parleremo. Sono contento per Charles (riguardo il rinnovo fino al 2024, ndr), la relazione è buona. Siamo in momenti molto diversi della nostra carriera''.

CI VUOLE PAZIENZA Infine, Vettel ha invitato alla calma per quanto riguarda le previsioni in vista del nuovo campionato: ''Fino a Melbourne non sapremo molto sulla nostra posizione rispetto agli altri. Melbourne è una pista particolare, quindi magari ci vorranno 2/3 gare. Ma per adesso il feeling, ad essere onesti, è che ci piacerebbe essere un po’ più avanti rispetto a quanto non siamo, ma la stagione è molto lunga. Guardiamo a noi stessi, abbiamo molto lavoro da fare e la macchina è migliore (rispetto alla SF90, ndr)''.


TAGS: ferrari vettel f1 binotto F1 testing