Autore:
Salvo Sardina
Pubblicato il 21/02/2020 ore 19:50

QUASI RECORD Il primo verdetto della stagione 2020 di Formula 1 è stato scritto. Valtteri Bottas è in assoluto il pilota più veloce di questa prima tornata di test: il trentenne di casa Mercedes ha infatti chiuso il Day-3, prima di alternarsi al volante della W11 con il compagno Hamilton, con il miglior crono di 1:15.732. Un tempo realizzato con gomme C5, le più morbide del lotto Pirelli, chiudendo una progressione che lo aveva portato nell’ultima fase della mattinata a cercare il tempo via via con pneumatici sempre più soffici. Tempi che si avvicinano al record della pista fissato lo scorso anno in Q3 proprio dal vice-campione del mondo in carica (1:15.406, ma con le Medium C3) e che lasciano intuire la facilità con cui la prossima settimana il limite verrà spostato ancora un po’ oltre. Ma, cronometro a parte, è inevitabile che a tenere banco nel paddock del Montmeló sia ancora la vicenda Das, l’innovativo sistema adottato dalla Mercedes per modificare in corsa la convergenza delle ruote anteriori.

F1 Test Barcellona 2020, Day-3: Valtteri Bottas (Mercedes)

BIMBO FELICE Ed è a questo proposito che il finlandese si mostra in conferenza stampa quasi come un bambino felice davanti al tanto desiderato regalo di Natale (“ne ero a conoscenza da circa un anno”, confesserà successivamente): “Ovviamente, è molto bello essere parte dell’unico team che dispone di un sistema del genere. Immagino che questa cosa ci dica molto delle grandi menti che abbiamo all’interno del box. Di sicuro non è stato facile progettarlo e realizzarlo ma poi soprattutto renderlo funzionante al livello di adesso. Stiamo ancora scoprendo come lavora il Das e il suo potenziale, ma credo che in alcune circostanze possa essere davvero positivo. Lo vedremo più in avanti nel corso della stagione, ma è già piuttosto impressionante…”.

RISPOSTA A VETTEL Valtteri ha poi anche risposto a Sebastian Vettel, che ieri in conferenza stampa aveva definito la soluzione piuttosto strana da vedere e probabilmente anche da utilizzare in macchina: “Non è così strano… Semplicemente il sistema funziona bene, è affidabile e alla fine muovi il volante soltanto se sei tu a volerlo. Non ci sono grosse difficoltà nell’utilizzo, è progettato e realizzato bene, semplice da usare e senza problemi”. Neanche con la Fia: “Non credo che i nostri ingegneri avrebbero iniziato a progettare una cosa del genere sapendo che sarebbe stata vietata, quindi confidiamo nel fatto che il dispositivo sia all’interno del regolamento. Immagino che anche gli altri a questo punto stiano valutando se valga la pena spendere tempo e soldi per realizzarlo o meno. Per noi è stato un grosso sforzo, credo che sarà difficile copiarlo. Speriamo che possa essere un vantaggio”.


TAGS: mercedes valtteri bottas f1 Test F1 Barcellona 2020 DAS