Pubblicato il 20/02/2020 ore 11:20

DIABOLICA MERCEDES La seconda giornata dei test di Barcellona si è aperta con delle immagini che stanno facendo parecchio discutere. Dalle riprese della onboard camera montata sulla W11 guidata da Lewis Hamilton, infatti, è emerso come il pilota britannico possa cambiare la convergenze delle ruote anteriori muovendo in avanti o indietro lo sterzo della sua monoposto. Nei video qui sotto, si nota il sei volte campione del mondo muovere lo sterzo verso di sé a inizio rettilineo e poi spingerlo in avanti prima della staccata, nel momento in cui compare la scritta ''Marker'' sul display. Ai movimenti segue un leggero cambio dell'inclinazione delle ruote.

AI LIMITI DEL REGOLAMENTO Il sistema è una novità assoluta e permette al pilota di adattare meglio la propria Mercedes ai diversi tratti di circuito. In attesa delle reazioni da parte degli avversari, è da capire se una simile soluzione possa essere adottata anche nei weekend di gara senza infrangere il regolamento tecnico. Per il momento, la FIA ha definito a norma il sistema dopo aver effettuato le prime investigazioni, mentre si riserva ulteriori indagini per quanto riguarda la sicurezza. L'articolo attorno a cui la Mercedes ha giocato, sfruttando una probabile zona grigia, è il 10.2.3, il quale stabilisce che ''nessuna regolazione piuò essere apportatata a nessun sistema di sospensione mentre l'auto è in movimento''. Agendo sulla convergenza e non sulle sospensioni, questa norma verrebbe raggirata.

I VANTAGGI L'angolo di convergenza delle ruote anteriori, con la parte superiore che punta verso l'interno, è necessario per rendere più stabile la vettura in ingresso di curva. L'altro lato della medaglia è che la gomma, in questo modo, nei tratti rettilinei si riscalda di più sul lato esterno. Il sistema Mercedes permette di ovviare a questo problema, permettendo di avere temperature più uniformi sulla superficie dello pneumatico sui tratti di dritto. I vantaggi maggiori si avvertirebbero dunque nei circuiti che presentano lunghi rettilinei. Il dispositivo è completamente meccanico: il movimento del piantone agisce probabilmente sui mozzi delle ruote. Come sempre in questi casi, i team rivali possono agire sia cercando di copiare la soluzione, sia chiedendo chiarimenti alla FIA circa la regolarità del sistema, il quale ha già un nome: DAS, ossia Dual Axis Steering.

MEZZOGIORNO DI FUOCO Alle 13:30, durante la sosta per il pranzo, Hamilton si è presentato in conferenza stampa accompagnato dal direttore tecnico James Allison, il quale ha dichiarato: ''Abbiamo un nuovo sistema in macchina e abbiamo introdotto una nuova dimensione per il volante. Come funziona? Preferiamo tenercelo per noi. Non siamo preoccupati della legalità del sistema”. Potete leggere tutte le dichiarazioni di Hamilton e Allison sul nuovo sistema Mercedes nell'articolo redatto dai nostri inviati a Barcellona.

Segui il Live Test F1 2020, curato dai nostri inviati a Barcellona


TAGS: volante mercedes f1 test barcellona F1 testing W11 Dual Axis Steering