BUONA LA PRIMA È un Sebastian Vettel molto cauto quello che si presenta davanti ai giornalisti al termine di una giornata che per la Ferrari ha dato qualche indicazione positiva, ma anche qualche grana da risolvere. Nel corso della prima sessione delle prove libere del Gran Premio d'Austria, Vettel ha mostrato un buon passo con le gomme medie, chiudendo in seconda posizione a 144 millesimi dal leader Lewis Hamilton. 1'04"982 il suo tempo realizzato con gomma a mescola Medium, per l'appunto.

CHE RISCHIO!  Al pomeriggio, in un contesto di difficoltà diffusa, Sebastian ha rischiato di essere il terzo pilota, dopo Verstappen e Bottas, ad andarsi a stampare contro le barriere. Fortunatamente la zona asfaltata in uscita di curva 10 ha frenato la corsa della sua SF90 verso i muri salvandola. Le gomme Soft che indossava in quel momento però, sono uscite rovinate e Vettel non ha potuto fare prove di passo gara con quelle coperture, realizzando solo un lungo (e difficile) stint con le Hard che aveva utilizzato per fare il suo miglior tempo del pomeriggio, un 1'05"871 che lo poneva in ottava piazza a 785 millesim dal tempo del compagno Leclerc.

CAUTELA Mentre nel rumoroso catino del Red Bull Ring continuavano a girare le serie minori, Vettel si è presentato ai microfoni della stampa per raccontare la sua giornata a partire proprio dallo spavento pomeridiano: "Sfortunatamente non abbiamo potuto fare prove di passo gara con le gomme Soft, ma d'altra parte il fatto che non sono finito con tro le barriere è positivo, e la macchina è a posto. Pomeriggio le condizioni (caldo e vento n.d.r.) erano più difficili, fortunatamente non hanno inciso così tanto sulla mia giornata."

A SCUOLA DI SF90 "Nelle libere sembriamo sempre molto forti paragonati agli altri rispetto alla qualifica e alla gara, per questo abbiamo bisogno di essere cauti" - ha proseguito Vettel - "Stiamo ancora provando un sacco di cose per avvicinarci (alla Mercedes) quindi spero domani di avere sensazioni migliori e di poter fare meglio di oggi. Non abbiamo provato ultimi aggiornamenti, semplicemente abbiamo cercato di capire meglio come funziona la macchina con i nuovi pezzi già portati in Francia. Penso sia stato utile e che abbiamo imparato qualcosa."


TAGS: ferrari formula 1 vettel sebastian vettel f1 gp austria red bull ring f1 2019 AustrianGP 2019 F1 Spielberg