Autore:
Salvo Sardina

OCCASIONE SFUMATA Il morale in casa Ferrari è decisamente alto dopo la pole position monstre ottenuta da Charles Leclerc. L’altro lato del box di Maranello incassa però un boccone amarissimo, con Sebastian Vettel obbligato a rinunciare alla Q3 da un problema tecnico che suona quasi come una beffa, in un weekend dove la SF90 è tornata sui livelli di competitività mostrati solo in Bahrain e in Canada prima di oggi. Un’occasione sprecata, determinata da un problema sulla linea di alimentazione pneumatica al motore, che adesso costringerà il tedesco a rimontare dalla quinta fila dello schieramento.

COLPA DI NESSUNONon sono arrabbiato – ha esordito Seb ai microfoni di Sky Sport F1 HD al termine delle qualifiche – e onestamente non credo che ci sia motivo per esserlo. Non è colpa di nessuno, si è rotto evidentemente qualcosa che non doveva rompersi e dobbiamo capire perché. Ma non ce l’ho con nessuno anche se, in una giornata come questa, è un problema che fa male perché la macchina valeva la pole position nonostante le condizioni in cui ci trovavamo ieri. Abbiamo reagito bene a livello di setup, io stavo trovando il ritmo e mi stavo preparando per il secondo tentativo in Q2 e per la Q3, prima che le cose finissero diversamente”.

TEAM PLAYER Il tedesco si è poi dichiarato soddisfatto per la seconda pole position del compagno di squadra, la terza per la Ferrari in questi primi nove appuntamenti del 2019, dimostrandosi ancora una volta un buon team player: “Da questo punto di vista, sono contento per la squadra! Tutti hanno dato il massimo, le abbiamo provate tutte e sono felice che l’altra Ferrari sia andata bene e che abbiamo fatto la pole. Speriamo di avere una buona opportunità domani dato che ci troveremo comunque nella top-10. Mi auguro che Charles mantenga la sua posizione e che io possa avvicinarmi il più possibile”. Nessuna preoccupazione, infine per la strategia scelta dal muretto, che costringerà i due piloti a scattare domani con le morbide: “Siamo convinti che sia giusto così. È molto semplice, pensiamo che la Soft sia la miglior gomma per la gara e in particolare per la partenza”.


TAGS: ferrari formula 1 vettel gp austria f1 2019 AustrianGP 2019