Autore:
Matteo Larini

MERCEDES INSEGUE… L’Austria, lo si sapeva, è uno di quei circuiti in cui, in virtù dei lunghi rettilinei, la Ferrari avrebbe potuto provare a lottare con la Mercedes. Ed oggi, nella prima giornata di prove libere, è andata proprio così: Leclerc si è issato in testa recitando il ruolo della lepre, mentre le due Mercedes sono state costrette ad inseguire, con Bottas secondo ed Hamilton quarto alle spalle di Gasly.

…MA È SOLO VENERDÌ Nonostante l’ottima prestazione odierna, la Ferrari non può dormire sogni tranquilli, perché la Mercedes è sempre lì in agguato: Leclerc è stato l'unico a completare la simulazione qualifica, e mentre Vettel ha faticato con la gomma Hard, Hamilton è stato rapidissimo. L’inglese descrive così la sua giornata: “È stata una giornata pulita per me senza grandi problemi, anche se ho rotto un paio di ali anteriori sui cordoli come un sacco di altri piloti. Quest'anno spingiamo al massimo per gran parte del giro - anche nelle curve sei, sette, nove e l’ultima - e abbiamo migliorato il set-up tutto il giorno”.

ATTENTI A QUEI DUE Alla luce delle prestazioni odierne, il campione in carica mette nel mirino sia la Ferrari che la Red Bull, apparse in forma sul tracciato austriaco, in cui sono i dettagli a fare la differenza: “Ferrari e Red Bull sembrano veloci, in particolare la Ferrari, e sarà interessante vedere come andrà a finire domani. Questo è uno di quei circuiti in cui i tempi sono sempre molto, molto vicini e a fare la differenza sono i distacchi ridotti: questo è positivo perché significa che sarà molto difficile. Ma va bene: continueremo a combattere e questo è un circuito dove puoi seguire altre auto, quindi spero che anche le gomme siano resistenti”.

BOTTAS A MURO Nonostante il secondo posto finale, Valtteri Bottas si è reso protagonista di un brutto incidente alla curva sei nel secondo turno di libere, per fortuna senza conseguenze. Il finnico racconta così la sua uscita di pista: “Si è trattato di un bell’incidente nelle FP2, ma sto bene senza avere dolore. Ci sono state alcune raffiche di vento questo pomeriggio e penso di essere riuscito a trovarne una: qui le curve sono difficili e non perdonano se commetti un errore. Ma devo dire che preferisco questo tipo di circuito che penalizza gli errori: è proprio come dovrebbe essere e lo rende ancora più divertente”.

LOTTA SERRATA Il pilota di Nastola è comunque soddisfatto delle sensazioni al volante, anche se si aspetta una lotta serrata con gli altri due top team: “Prima dell’incidente, ho avuto un problema con il motore questa mattina, che ci ha costretti a sostituirlo. Questo mi ha compromesso un pochino, ma abbiamo trovato una chiara direzione sul set up della vettura. Abbiamo apportato alcuni cambiamenti importanti per le FP2 e fino al crash le sensazioni erano molto migliori. Quindi, nel complesso, ho un buon feeling, ma anche le altre squadre sono veloci: i distacchi credo saranno ridotti, per cui le qualifiche saranno divertenti. Dovremo fare attenzione al caldo, specialmente domenica, per il raffreddamento dei freni e del motore”.

Le foto dell'incidente di Bottas sono state gentilmente concesse da Stefano Arcari e Andrea Lorenzina (Aesse Photo)


TAGS: mercedes spielberg valtteri bottas lewis hamilton f1 2019 AustrianGP 2019 W10