Autore:
Simone Valtieri

IMPEDING PER LEWIS Arriva alla fine la penalità per Lewis Hamilton, che aveva conquistato la seconda casella al via del Gran Premio d'Austria alle spalle del sensazionale Charles Leclerc, ma che sarà costretto - esattamente come Vettel lo scorso anno - a scontare tre posizioni sulla griglia di partenza. Il provvedimento è stato preso dai commissari, che hanno sentito a fine qualifica sia lui che Kimi Raikkonen, danneggiato in Q1 da una manovra del britannico. E così scala in quarta posizione il leader del mondiale, a causa dei 3 posti presi per impeding, e cede la sua prima fila a Max Verstappen, partendo in seconda al fianco del compagno Valtteri Bottas per effetto dell'altra penalità inflitta a Kevin Magnussen dopo la sostituzione del cambio, che altrimenti sarebbe scattato dalla quarta casella. Di fatto, il britannico ha perso soltanto due posizioni, scalando di una fila in griglia. 

COMPLIMENTI CHARLES Non appena finite le qualifiche, Hamilton si era detto soddisfatto della sessione, facendo i complimenti al giovane poleman Leclerc. "Complimenti a Charles, è stato grandioso per tutto il weekend, non siamo mai riusciti a tenere il loro passo, la posizione in pista è stata molto difficile da trovare, cercavo di essere davanti e non dare la scia a nessuno, alla fine non sapevo bene a che punto avrei iniziato l'ultimo giro, avevo tre macchine dietro sono entrato un po' nel panico, ma alla fine ho fatto un buon giro, anche Max ha guidato bene per tutto il weekend e quindi sarà una gran figata vedere tre team diversi nelle prime tre posizioni domani. Domani potrò finalmente lottare con il ragazzino (Leclerc n.d.r), vedremo come andrà. Ormai siamo tutti adulti ovviamente ma sono contento di poter gareggiare con giovani talentuosi come Charles e Max."

PRIMA FILA GIOVANE Non avverrà però con le modalità che aveva sperato Lewis il duello con i "ragazzini", visto che la penalità lo costringerà a lasciare la visuale libera domattina a Leclerc e Verstappen, per quella che è la prima fila più giovane della storia della Formula 1. Lewis può consolarsi comunque con il fatto che il suo rivale Vettel partirà due file alle sue spalle a causa del problema tecnico occorsogli in qualifica. In conferenza stampa, prima di sapere della penalità, Lewis aveva comunque subodorato il suo arrivo, spiegando: "Ho visto una della Alfa arrivare e ho frenato alla curva 3. Ho provato ad andare dritto per togliermi di mezzo perché non volevo incrociare le traiettorie ma non so se inizierò dove sono ora, quindi aspettiamo e vediamo cosa decideranno.

"ACCETTIAMO LE REGOLE" Toto Wolff, team principal del team, una volta appresa la decisione ha subito commentato brevemente: "Le regole dicono che se c'è impeding allora prendi una penalità, non è colpa del pilota ma sono le regole e le accettiamo." Sulle qualifiche invece Toto ha aggiunto: "Al momento queste qualifiche riflettono realisticamente dove è la nostra macchina. Al Paul Ricard eravamo dominanti, ma qui no e queste qualifiche rifelettono il livello attuale delle nostre prestazioni. La strategia? Penso che sia meglio partire con le Medium, usare le Soft è rischioso perché o fai due soste o fai compromessi in termini di passo alla fine del primo stint. Penso che sia meglio con le gialle che con le rosse"

FERRARI TROPPO VELOCE Se Lewis piange, Valtteri non ride. Bottas si è piazzato dietro a tutti i diretti contendenti per la pole, fatta eccezione per Vettel per ovvie ragioni. "Ci aspettavamo di essere molto vicini, ma loro avevano invece un piccolo margine, quindi la pole era fuori portata" - ha spiegato il finlandese - "Sul rettilineo penso guadagnino troppo, noi andiamo meglio in curva però sul rettilineo non riusciamo a eguagliarli, ma la giornata di domani sarà lunga e già nel primo giro possono succedere tante cose con le scie sul rettilineo. Nell'ultimo tentativo in qualifica ho avuto qualche problema di comunicazione con il team, abbiamo fatto un po' di casino con le tempistiche, penasvo che il tempo stesse finendo e invece no, mi sono avvicinato troppo alla macchina davanti. Partire con le Medium? Credo che possa aprire più opzioni per noi, se vorremo fare un primo stint più lungo ci sarà più possibilità di farlo, chi ha la Soft finirà prima il primo stint, sarà difficile in partenza e nel primo giro stargli dietro, ma poi spero che potremo recuperare."


TAGS: mercedes formula 1 valtteri bottas lewis hamilton Raikkonen f1 2019 GP Austria 2019 AustrianGP 2019 Hamilton impeding