Autore:
Salvo Sardina

PRIMO IN PL2 Chiaramente sono solo prove libere, ma non c’è dubbio che chiudere il venerdì con una Ferrari al comando sia un buon segnale per i tanti tifosi che aspettano la riscossa del Cavallino. A guidare il nono tentativo stagionale di battere la Mercedes è stato oggi Charles Leclerc, bravo a portare la sua SF90 in cima alla lista dei tempi delle prove libere 2. Impossibile nascondere però come il monegasco sia stato l’unico tra i piloti di vertice (insieme a Gasly) a completare la propria simulazione di qualifica, mentre Verstappen, Bottas, Vettel e anche Hamilton per varie ragioni non sono stati in condizione di chiudere il giro buono con le gomme più morbide.

TANTE INTERRUZIONI Le due bandiere rosse esposte per gli incidenti di Max e Valtteri hanno anche spezzettato la seconda sessione di prove libere impedendo alle monoposto di battere i tempi – più alti a causa del caldo – segnati in mattinata a pista sporca e con gomme più dure. In ogni caso il pilota Ferrari si è detto soddisfatto per il lavoro svolto: “Oggi la macchina era buona, quindi sono abbastanza contento. Le condizioni in generale erano piuttosto ventose e quindi era difficile guidare. Credo che abbiamo tirato fuori il meglio e speriamo di riuscire a fare lo stesso anche domani”.

INDICAZIONI UTILINel complesso – ha aggiunto il monegasco – direi che quella odierna è stata una giornata produttiva, nella quale abbiamo completato una serie di valutazioni utili a capire in quale direzione andare con gli sviluppi e nella quale siamo riusciti a trovare la strada giusta per la messa a punto della vettura. Come in Francia, anche qui in Austria mi dovrò concentrare per adattare il mio stile di guida e la vettura in funzione di come la pista evolverà in qualifica. Credo che oggi abbiamo fatto il massimo, vediamo però in che posizione ci troveremo domani”.

MERCEDES FAVORITE Charles, insomma, pensa positivo. Ma non dimentica che in qualifica e in gara – specialmente considerando l’impressionante passo gara di Hamilton con le Hard – sarà molto complicato riuscire a battere le due Mercedes: “Credo proprio che siano sempre molto molto veloci. Dunque, sarà difficile riuscire a mettere tutto insieme in qualifica”.


TAGS: ferrari formula 1 gp austria leclerc f1 2019 AustrianGP 2019