Prova

Volkswagen up! 5 porte ed eco up!


Avatar Redazionale , il 22/03/12

9 anni fa - Provate in anteprima la Volkswagen up! 5 porte ed eco up! a metano

Dopo l'antipasto offerto dalla 3 porte, la Volkswagen up! 5 porte arriva a guidare l'assalto di Wolfsburg al segmento A. Entro l'anno l'offerta si amplierà ulteriormente con il lancio della eco up! a metano.

Benvenuto nello Speciale TUTTE LE PROVE AUTO DEL 2012, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TUTTE LE PROVE AUTO DEL 2012 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

ARRIVANO I RINFORZI Dopo una partenza delle vendite soddisfacente ma senza un vero e proprio boom di ordini da parte della versione a 3 porte, la Volkswagen up! 5 porte sta per arrivare sul mercato italiano a dar man forte alla sorella. In fondo i numeri parlano chiaro: nel segmento A la carrozzeria a 5 porte è quella preferita dai clienti e non a caso i vertici della Casa di Wolfsburg credono che, una volta che sarà nelle concessionarie, a giugno, sarà proprio lei a coprire circa il 70% degli ordini.

GIU’ PIATTA Da un punto di vista estetico, la Volkswagen up! 5 porte si distingue solo nella vista laterale. Se le si guarda il lato B o le si dà un’occhiata dallo specchio retrovisore non c’è infatti modo di riconoscerla dalla 3 porte. Di fianco, invece, la musica cambia: l’aggiunta della seconda porta modifica la linea dei finestrini, che non si alza più in vista del montante posteriore per tirare invece dritto verso la coda. La Volkswagen up! 5 porte, ancor più della 3 porte, fa quindi del look acqua e sapone un elemento distintivo, una rarità in un mondo in cui abbondano proposte che mostrano i denti, spesso senza averne motivo.

GOCCE D’ACQUA La misure esterne non variano di una virgola. Lunghezza, larghezza e altezza sono quindi rispettivamente di 354, 164 e 148 cm, con il passo – a sua volta immutato – di 242 cm. E con la carrozzeria che non mette su centimetri, anche l’abitabilità resta quella nota. Nella zona anteriore lo spazio abbonda per le gambe, così come per i gomiti e le spalle, anche quando il pilota e il suo secondo sono soggetti da pacchetto di mischia del Sei Nazioni.

A DIETA SENZA FRETTA Pure i due posti posteriori (su questa up! le porte diventano 5 ma i posti restano sempre 4) sono dignitosissimi. Se due persone più alte della media siedono una dietro l’altra, le ginocchia del passeggero posteriore sfiorano appena lo schienale, e il padiglione rimane ben lontano dalla testa nonostante la scelta di rialzare la seduta di circa 7 cm per offrire in seconda fila una visuale migliore, in stile cinema. Sulla versione a 5 porte a migliorare è chiaramente l’accessibilità, complice un angolo di apertura delle porte piuttosto ampio. Ora raggiungere il divano è un’operazione agevole anche per chi rinvia da troppi lunedì l’inizio della dieta ed è molto più semplice sistemare sul seggiolino posteriore  un eventuale piccolo erede.

CUT&PASTE Neanche a dirlo, la plancia è frutto del più classico cut&paste e ripropone pari pari le linee senza fronzoli  già apprezzate in occasione della prima prova, assieme alle finiture curate e al grande ordine nella disposizione dei comandi. L’operazione fotocopia riguarda anche il bagagliaio, che ha una capacità standard di 251 litri quando c’è il tutto esaurito a bordo e di 951 litri con l’abitacolo in configurazione matrimoniale. Sacrificando anche il sedile del passeggero anteriore, si possono caricare oggetti lunghi anche fino a 2 metri.

VEDI ANCHE



PER UN PUGNO DI EURO Assieme agli arredi non cambiano nemmeno gli allestimenti per la Volkswagen up! 5 porte, per la quale si annuncia giusto una differenza di prezzo di circa 500 euro in più sul listino 3 porte. Apre le danze una versione base nella cui dotazione spiccano il controllo elettronico della stabilità, la radio con lettore CD, mp3 e presa Aux e il sistema di navigazione e infotainment maps+more, oltre alla frenata di emergenza City, che rallenta autonomamente la macchina tra i 5 e i 30 km/h se c’è un rischio di tamponamento. La maggior parte favori va però all’alto di gamma ovvero alla high up! e alle due varianti black up! e white up!, in nero e in bianco. In questo caso diventano di serie, tra le altre cose, anche il climatizzatore, i cerchi in lega da 16”, il telecomando per la chiusura centralizzata, lo schienale posteriore frazionato e i fendinebbia.

MONOPOLIO Nessuna novità neppure sotto il cofano, dove è straconfermato il monopolio del recentissimo tre cilindri mille nella versione da 75 cv (quella da 60 cv, che fa da entry level su alcuni mercati, si può comunque avere a richiesta per i neopatentati). Il picco di coppia è di 95 Nm, mentre gli altri dati salienti sono i 171 km/h di velocità massima, i 13,2 secondi necessari per lo 0-100 e i 4,7 litri per percorrere i canonici 100 km. Questo valore può scendere fino a 4,2 l/100 km con la versione BlueMotion Technology, che può contare su un pacchetto di misure per abbattere i consumi che vanno dal sistema start/stop al dispositivo per il recupero dell’energia in frenata, passando per pneumatici con bassa resistenza al rotolamento.

CHIP AL POTERE Questo motore è abbinato di norma a un cambio manuale a cinque marce ma a partire dall’autunno sarà possibile ordinare la up! anche con un cambio robotizzato, sempre a cinque marce. In pratica questa trasmissione sfrutta degli attuatori per inserire le marce sotto il controllo della centralina elettronica, funzionando come un cambio automatico ma con costi ragionevoli (si dice 700 euro circa), sensibilmente inferiori a quelli di un automatico tradizionale o di un doppia frizione.

LISCIA O GASATA?  Per la stessa epoca, ovvero verso ottobre o novembre arriverà sul mercato anche la Volkswagen up! a metano, che si chiamerà con ogni probabilità eco up!. Questa versione è ancora una volta esteticamente identica alle altre; tuttavia, sdraiandosi sotto la zona posteriore si possono vedere due bomboloni per il gas che prendono quasi completamente il posto al serbatoio della benzina, la cui capacità scende giusto a una decina di litri, per permettere di spostarsi comunque anche quando termina il metano e non c’è in zona un distributore per fare rifornimento.

DI BENE IN MEGLIO Le cinque porte calzano a meraviglia alla Volkswagen up!, esaltandone la versatilità e facendola sembrare ancor più macchina. Nella guida la piccola di Wolfsburg dà subito l’impressione di essere ben consistente tra le mani: non dunque uno scatolino qualsiasi ma una citycar che non sfigura neppure se messa a confronto con esponenti della categoria superiore. Lo sterzo, in particolare, è leggero e dà nel contempo un buon feedback, mentre l’assetto non va in crisi neppure sul pavé, incassando i colpi più duri come un veterano del ring.

CITTADINA DEL MONDO Con simili caratteristiche e con dimensioni tascabili, la Volkswagen up! 5 porte veste ovviamente i panni della cittadina modello e trova il suo habitat naturale tra le mura dei centri storici ma non fa certo la figura del pesce fuor d’acqua quando s’imboccano statali e autostrade. Anche sul veloce la sensazione di solidità rimane, complice anche una buona silenziosità, almeno finché si rispettano i limiti del Codice. Quando poi si affronta il misto, la scelta degli ingegneri di aver posizionato le ruote ai quattro angoli del pianale e la taratura furba delle sospensioni danno i loro frutti, permettendo di pennellare bene le curve e di contare su reazioni sempre misurate e prevedibili.

BENCHMARK Il motore si dimostra ancora una volta uno tra i tre cilindri più in palla sul mercato, con l’elasticità tipica di questo frazionamento ma senza quelli che invece spesso sono i difetti caratteristici. Non ci sono dunque le vibrazioni, la voce rauca e il fiato corto in allungo di certa concorrenza; al loro posto ci sono una fluidità e una morbidezza notevoli. Il piccolo mille è generoso già ai bassi, distende il passo ai medi e non si perde per strada nemmeno quando si tira al collo a una marcia, mantenendosi brillante anche quando la lancetta del contagiri si avvicina alla zona rossa e si mettono alla frusta i 75 cv.

A TUTTO GAS Lo scenario cambia – ma neppure di molto - con la Volkswagen eco up! a metano. Con quest’alimentazione la potenza massima scende infatti a 68 cv ma, gira e rigira, ci si accorge che sotto il piede destro manca qualcosa solo quando si cerca di viaggiare allegri. Incanalati nel traffico e, in generale, nella guida di tutti i giorni, la Volkswagen eco up! se la cava a meraviglia. Insomma, il metano non sarà un gas esilarante per la guida ma non è nemmeno troppo soporifero. Gli effetti maggiori alla fine si sentono sul portafoglio e sono un vero toccasana, con un costo per carburante dichiarato nell’ordine dei 3 euro per 100 km, ai prezzi attuali. Roba da farci un serio pensierino, in vista anche degli ulteriori rincari attesi.

CI PENSA LUI Dal canto suo, anche il nuovo cambio robotizzato esce a testa alta dalla prima prova in anteprima. La sua specialità sono le cambiate dolci quando ci si muove nei centri urbani agendo sull’acceleratore con piede felpato. In questo caso approfitta del buon tiro ai bassi del motore per snocciolare una marcia dopo l’atra senza sussulti o inerzie. Qualche limite viene fuori invece se cercano risposte un po’ più pronte: la trasmissione mal digerisce che le si metta fretta, con tempi di cambiata un po’ lunghi. Per una condotta sportiva è sicuramente meglio darsi al fai-da-te, selezionando le marce manualmente. Positivo è poi il fatto che il cambio scali solo quando davvero necessario e non sia dunque troppo sensibile alla pressione sull’acceleratore, permettendo riprese soft senza bruschi passaggi al rapporto inferiore.


Pubblicato da Paolo Sardi, 22/03/2012
Gallery
Listino Volkswagen up!
Allestimento CV / Kw Prezzo
up! 1.0 EVO 65 CV move up! BMT 3p 60 / 44 15.200 €
up! 1.0 EVO 65 CV move up! BMT 5p 60 / 44 15.600 €
up! 1.0 EVO 65 CV color up! BMT 3p 60 / 44 16.700 €
up! 1.0 EVO 65 CV color up! BMT 5p 60 / 44 17.100 €
up! 1.0 EVO 65 CV beats up! BMT 3p 60 / 44 17.200 €
up! 1.0 68 CV eco up! move up! BMT 3p 68 / 50 17.400 €
up! 1.0 EVO 65 CV beats up! BMT 5p 60 / 44 17.600 €
up! 1.0 EVO 65 CV sport up! BMT 3p 60 / 44 17.700 €
up! 1.0 68 CV eco up! move up! BMT 5p 68 / 50 17.800 €
up! 1.0 EVO 65 CV sport up! BMT 5p 60 / 44 18.100 €
up! 1.0 115 CV TSI up! GTI BMT 3p 116 / 85 21.350 €
up! 1.0 115 CV TSI up! GTI BMT 5p 116 / 85 21.750 €
up! e-up! - / - 25.850 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Volkswagen up! visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Volkswagen up!
Tutte le prove auto del 2012
Logo MotorBox