Autore:
Paolo Sardi

TROPPA GRAZIA In questo periodo alla Porsche stanno facendo davvero gli straordinari. Lo dimostra il gran numero di novità e di aggiornamenti che viene sfornato a ritmo serrato e che permette alla Casa di Zuffenhausen di arrivare a ogni Salone con qualche appetitosa primizia. Se a Ginevra sono attesi fuochi d'artificio e colpi ad effetto, un mesetto più tardi i cinesi di Pechino non si troveranno davanti una minestra riscaldata bensì la nuova entry-level della gamma Panamera, al debutto assoluto.

IN INCOGNITO Siccome a certi livelli, nell'alta società dell'auto, l'abito fa decisamente il monaco, questa versione si guarda bene dallo sbandierare ai quattro venti il suo essere economica (si fa sempre per dire…). La linea resta quindi quella delle Panamera più lussuose e potenti, rispetto alle quali la vera differenza si vede giusto aprendo il cofano. Qui non si trova come negli altri casi un V8, bensì un inedito V6 a 90° da 3,6 litri che fa qui la sua prima uscita.

ANCHE INTEGRALE Dotato di iniezione diretta DFI, questo V6 dispone di una potenza di 300 cv e di una coppia di 400 Nm e può essere ordinato in abbinamento alla trazione posteriore sulla Panamera vulgaris e alla trazione integrale permanente sulla Panamera 4. In questo caso il reparto trasmissione si completa d'ufficio con il cambio robotizzato a doppia frizione PDK, che può essere comunque ordinato anche sugli esemplari a due ruote motrici.

ANIMA VERDE Il nuovo motore offre chiaramente prestazioni inferiori rispetto al V8 ma ha comunque i suoi pregi. In primis pesa una trentina di chili meno rispetto al fratello maggiore. In seconda battuta promette un taglio dei consumi, con percorrenze medie comprese tra i 10,4 e i 10,8 km/litro. Questi valori possono migliorare ancora se si opta per i cerchi da 19" con pneumatici a bassa resistenza al rotolamento compresi nella lista degli optional. Montandoli, le emissioni di CO2 scendono e si assestano tra i 213 e 220 g/km. Con simili numeri, questa Panamera rispetta i limiti Euro 5 e LEV, per quanto riguarda gli States.

E IL DIESEL? Ovviamente, la nuova versione d'accesso ha come principale punto di forza il prezzo. Quando a maggio sarà lanciata sul mercato tedesco, la Panamera V6 base avrà un prezzo di 75.899 euro, mentre per la Panamera 4 PDK si dovrà saldare un conto di almeno 84.110 euro. In Italia il listino sarà leggermente più alto ma l'ordine di grandezza sarà comunque questo. Dopo questa mossa utile ad allargare il bacino di clienti potenziali, viene però spontaneo chiedersi quanto tempo si farà attendere ancora una Panamera diesel. Probabilmente poco…


TAGS: panamera ginevra dfi geneve 6 litri pdk panamera4 Speciale Salone di Ginevra 2010, l'elenco aggiornato