Autore:
Massimo Grassi

DENTRO, FUORI E TUTTO INTORNO Per vederla dal vivo bisognerà attendere il prossimo Salone di Parigi, ma già oggi, grazie alle prime immagini ufficiali, possiamo scoprire le novità della Opel Zafira, la monovolume 7 posti del Fulmine, lanciata nel 1999 e venduta in circa 2,7 milioni di unità. L’opera di ringiovanimento di designer e tecnici di Rüsselsheim ha coinvolto numerosi aspetti della vettura, a partire dal nuovo disegno della mascherina fino alla dotazione tecnologica al passo con i tempi, passando per i gruppi ottici a led.

TRUCCO E PARRUCCO Andiamo però con ordine: come si può notare dalle foto il frontale della Opel Zafira è stato completamente stravolto: la mascherina ha un nuovo disegno e si dice addio all’originale disegno a boomerang dei gruppi ottici in favore di proiettori più tradizionali che si avvalgono però della tecnologia Adaptive Forward Lighting full LED. Nuovo anche il disegno dei paraurti anteriore e posteriore.

SPAZIO E TECNOLOGIA L’abitacolo della Opel Zafira restyling continua a essere per 7 persone e, come la “sorella” Astra, vanta la presenza di sedili certificati AGR (associazione indipendente di esperti posturali, che ne certifica corretta conformazione). Si viaggia quindi più comodi, con una piazza d’armi per i bagagli (da 710 a 1.860 litri di spazio nel bagagliaio) e accompagnati da un sistema di infotainment completamente rinnovato. Guardate al centro della plancia: in Opel hanno deciso di sfoltire la selva di pulsanti e pulsantini inserendo un monitor touch da 7” per gestire il sistema di infotaiment IntelliLink R4.0, compatibile con Apple CarPlay e Android Auto. A partire dall’allestimento Elective poi ci sarà il sistema Opel OnStar di serie.

TANTI ASSISTENTI PER NOI Following Distance Indication, Forward Collision Alert, Lane Departure Warning, Adaptive Cruise Control… no, non sono impazzito e non voglio nemmeno dimostrarvi che conosco l’inglese: quelli che trovate qui sopra sono solo alcuni dei nuovi sistemi di assistenza alla guida che troverete a bordo della nuova Opel Zafira. La monovolume tedesca è in grado di riconoscere i cartelli stradali, avvisarci in caso di brusca frenata del veicolo che ci precede, mantenere velocità costante e distanza preimpostata da chi ci sta davanti. Ultimo, ma non certo per importanza, il telaio FlexRide, in grado di adattarsi allo stile di guida e al terreno.

MOTORI PER TUTTI I GUSTI Benzina, gasolio e metano: chi deciderà di mettersi nel box la nuova Opel Zafira potrà scegliere tra queste 3 alimentazioni. Per quali motori? Ecco, questo capitolo non è affrontato nel comunicato ufficiale e con ogni probabilità bisognerà attendere ancora qualche mese per conoscere nel dettaglio cosa si troverà sotto il cofano della monovolume tedesca. 


TAGS: opel zafira opel monovolume salone di parigi 2016 novità salone di parigi 2016