Autore:
Matteo Larini

PROBLEMI PER SCHUMACHER Stavolta, il figlio del grande campione Michael Schumacher non ha potuto neanche partire allo spegnimento dei semafori,perché ha avuto un problema in griglia che lo ha costretto a tornare mestamente ai box e lo ha relegato in ultima posizione. Al via, buona partenza per De Vries, passato in testa al primo giro, davanti a Matsushita e Hubert, superato dopo pochi giri da Zhou (che lo aveva provato a superare senza successo anche al primo giro) e da Ghiotto, quarto al termine del quinto passaggio.

VALZER PIT STOP Pit stop per De Vries al sesto passaggio, proprio mentre Latifi finiva in testacoda. Assieme all’olandese, sono rientrati ai box anche Matsushita, Hubert e Zhou, poi vittima di un problema al cambio al nono giro (probabilmente di natura elettronica perché il cinese ha poi proseguito la corsa, concludendo in zona punti). Nei giri successivi, vari duelli hanno animato la gara, mentre De Vries manteneva la leadership virtuale della gara alle spalle dei piloti che non avevano ancora effettuato la corsa perché erano partiti con la mescola più dura a disposizione, superati pian piano dall’olandese attorno al ventesimo giro.

GHIOTTO RECUPERA Nel secondo stint di gara, De Vries ha cercato la fuga, guadagnando svariati sul primo degli inseguitori, mentre Ghiotto continuava a recuperare posizioni superando tutti i piloti che non avevano ancora effettuato il pit-stop e arrivando immediatamente alle spalle del giapponese Matsushita, in grossa difficoltà ad effettuare i sorpassi, forse a causa di una certa mancanza di velocità di punta.

VINCE MATSUSHITA Dopo il venticinquesimo passaggio, De Vries ha avuto un certo calo sul passo, tanto che sia Matsushita che Ghiotto hanno recuperato molto, portandosi a pochi decimi dal leader, in grossa crisi con gli pneumatici e superato dal giapponese e dall’italiano quando mancavano cinque giri alla conclusione. Terza posizione virtuale per Sette Camera, poi penalizzato di cinque secondi. Per questo, De Vries ha ereditato il terzo gradino del podio, salendo a quota 140 punti in classifica. Domani la Sprint Race scatterà alle ore 11.

FIA F2 Feature Race Austria, ordine d'arrivo e distacchi:

POS PILOTA TEAM GIRI TEMPO DISTACCO
1 N. Matsushita Carlin 40 53:32.606  
2 L. Ghiotto UNI-Virtuosi Racing 40 53:35.569 2.963
3 N. de Vries ART Grand Prix 40 53:43.034 10.428
4 A. Hubert BWT Arden 40 53:43.392 10.786
5 S. Sette Câmara DAMS 40 53:45.326 12.720
6 G. Zhou UNI-Virtuosi Racing 40 53:48.120 15.514
7 L. Delétraz Carlin 40 53:49.147 16.541
8 J. King MP Motorsport 40 53:54.927 22.321
9 N. Latifi DAMS 40 53:55.790 23.184
10 J. Aitken Campos Racing 40 54:05.525 32.919
11 J. Correa Sauber Junior Team by Charouz 40 54:08.498 35.892
12 N. Mazepin ART Grand Prix 40 54:08.594 35.988
13 G. Alesi Trident 40 54:12.496 39.890
14 C. Ilott Sauber Junior Team by Charouz 40 54:18.744 46.138
15 A. Maini Campos Racing 40 54:22.060 49.454
16 R. Tveter Trident 40 54:42.663 70.057
17 S. Gelael PREMA Racing 40 54:48.348 75.742
18 T. Calderón BWT Arden 40 54:49.192 76.586
19 M. Schumacher PREMA Racing 39 53:37.351 1 LAP
20 P. O'Ward MP Motorsport 39 53:38.637 1 LAP

TAGS: FIA F2 F2 F2 2019 Feature Race De Vries Ghiotto Matsushita