Autore:
Salvo Sardina

VINCE AITKEN Ci si aspettava la pioggia, ma fortunatamente l’acqua ha smesso di cadere su Monza a inizio mattinata e, dopo una gara di F3 corsa con gomme scanalate, la Sprint Race della Formula 2 si è corsa interamente sull’asciutto. A trionfare è stato l’inglese Jack Aitken, pilota dell’Academy Renault che ha voluto dedicare la vittoria all’ex compagno Anthoine Hubert sventolando la bandiera francese sul gradino più alto del podio. Un successo ottenuto non senza polemiche, visto che Jordan King – secondo al traguardo – si è mostrato molto contrariato per i continui spostamenti in rettilineo del connazionale, che hanno spinto la Direzione gara a esporre una bandiera bianconera in segno di ammonimento.

MATSUSHITA PENALIZZATO A tagliare il traguardo in terza posizione è stato il vincitore della prima manche, Nobuharu Matsushita, penalizzato però di cinque secondi per non aver rispettato il limite di tempo in regime di Virtual Safety Car. Eredita il podio “immeritatamente” (così come spiegato da lui stesso dopo la bandiera a scacchi) l’olandese Nyck De Vries, ormai sempre più leader del campionato. Il giovane del team Art Grand Prix ha infatti commesso un paio di errori in frenata, arrivando lunghissimo alla Prima Variante rischiando di tamponare le vetture davanti.

F2 2019, Monza Sprint Race: Aitken guida il gruppo in Prima Variante

GHIOTTO DA DIMENTICARE Giornataccia invece per Luca Ghiotto e Nicholas Latifi, che hanno entrambi chiuso fuori dalla zona punti. Latifi è stato protagonista di un contatto nelle fasi centrali della gara, mentre la gara del vicentino si è sin da subito messa in salita per via di un tamponamento al primo passaggio in curva-1. Con l’aerodinamica già danneggiata, qualche giro dopo Ghiotto ha poi provato un ottimistico attacco su De Vries, rompendo definitivamente l’ala anteriore e venendo penalizzato per la manovra. Con il secondo e il terzo in classifica fuori dai giochi, De Vries affonda il colpo che potrebbe essere decisivo per il campionato: l’olandese comanda infatti la classifica con 59 punti di gap.

F2 Monza 2019, classifica finale Sprint Race:

Pos Pilota Team Tempo Distacco Giri
1 J. Aitken Campos Racing 34:26.288   21
2 J. King MP Motorsport 34:29.052 2.764 21
3 N. de Vries ART Grand Prix 34:32.818 6.530 21
4 G. Zhou UNI-Virtuosi 34:33.900 7.612 21
5 N. Matsushita Carlin 34:34.476 8.189 21
6 M. Schumacher PREMA Racing 34:34.829 8.541 21
7 G. Alesi Trident 34:39.139 12.851 21
8 L. Delétraz Carlin 34:39.677 13.389 21
9 N. Mazepin ART Grand Prix 34:40.228 13.941 21
10 N. Latifi DAMS 34:49.379 23.091 21
11 M. Sato Campos Racing 34:55.851 29.564 21
12 C. Ilott Sauber Junior by Charouz 35:07.678 41.390 21
13 M. Raghunathan MP Motorsport 35:18.766 52.478 21
14 T. Calderón BWT Arden 35:19.309 53.021 21
15 L. Ghiotto UNI-Virtuosi 35:58.979 92.691 21
16 S. Gelael PREMA Racing 15:22.378 Ritirato 9
17 S. Sette Câmara DAMS 9:44.952 Ritirato 6

F2 2019, classifica piloti dopo la Sprint Race di Monza (top-10):

Pos Pilota Team Punti
1 N. De Vries ART Grand Prix 225
2 N. Latifi DAMS 166
3 L. Ghiotto UNI-Virtuosi Racing 155
4 J. Aitken Campos Racing 153
5 S. Sette Camara DAMS 151
6 N. Matsushita Carlin 116
7 G. Zhou UNI-Virtuosi Racing 115
8 J. King MP Motorsport 79
9 F. Hubert BWT Arden 77
10 L. Deletraz Carlin 61

TAGS: monza F2 F2 2019 Hubert De Vries Ghiotto Aitken King