Sprint Qualifying: a Monza stesso format di Silverstone
F1 2021

F1 Sprint Qualifying: a Monza, il format sarà identico a quello di Silverstone


Avatar di Salvo Sardina , il 06/09/21

2 settimane fa - Micheal Masi annuncia: le regole saranno le stesse del primo esperimento

Nel GP d'Italia torna la "garetta" sprint del sabato pomeriggio per decidere la griglia di partenza. Ma senza aggiustamenti delle regole usate nel primo esperimento in Gran Bretagna
Benvenuto nello Speciale ITALIANGP 2021, composto da 27 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario ITALIANGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SECONDO ESPERIMENTO Ormai è cosa nota: nel prossimo Gran Premio d’Italia a Monza, di scena nel weekend del 12 settembre a chiudere questo intenso trittico di fine estate, ci sarà il secondo e attesissimo esperimento della F1 Sprint. Un test che fa seguito a quello, promosso solo in parte dal pubblico ma evidentemente apprezzato dai vertici della Formula 1 – con il Ceo, Stefano Domenicali, in testa – del fine settimana di Silverstone. Di che si tratta? I super appassionati dovrebbero ormai avere familiarità con il nuovo format, previsto in tre Gp del mondiale in corso, in attesa di approvazione definitiva in ottica 2022: le qualifiche tradizionali sono spostate al venerdì pomeriggio, mentre la griglia di partenza è decisa, al sabato, da una gara di 100 km che assegna (pochi) punti soltanto ai primi tre classificati. A conti fatti, aumenta lo show in pista, visto che una sessione di libere viene sostituita da una corsa di circa 30 minuti. Ma non tutto, nell’esperimento inglese, è andato secondo i piani…

fF1 GP Gran Bretagna 2021, Silverstone: la partenza della Sprint Qualifying fF1 GP Gran Bretagna 2021, Silverstone: la partenza della Sprint Qualifying

VEDI ANCHE



I DUBBI DELLA F1 SPRINT Due i principali punti interrogativi emersi dopo la prima Sprint Qualifying – questo il nome scelto dagli organizzatori per la gara di qualificazione – di Silverstone. In primo luogo, le prove libere 2 del sabato mattina, considerando la regola del parco chiuso imposta con l’inizio della Q1 del venerdì pomeriggio, diventano un inutile trenino di auto senza un vero scopo. E poi, data l’assegnazione di punti soltanto ai primi tre, anche la F1 Sprint ha regalato uno spettacolo deludente, con pochi piloti disposti a rischiare un incidente solo per guadagnare una casella in griglia di partenza. E, di fatto, in seguito all’emozionante partenza (con Verstappen che ha beffato Hamilton), a Silverstone ci sono stati pochissimi movimenti di classifica dopo il primo giro. Motivo per cui, dopo il test dello scorso luglio, si erano ipotizzate possibili modifiche per rendere il nuovo format più emozionante.

Michael Masi, direttore di gara Fia Michael Masi, direttore di gara Fia

IL FORMAT NON CAMBIA La decisione ultima di Fia e Formula 1 è stata però quella di dare una seconda chance alla Sprint Qualifying senza aggiustamenti. Il format del weekend di Monza sarà dunque uguale, in tutto e per tutto, a quello che abbiamo per la prima volta visto nel fine settimana del Gp di Gran Bretagna. “Non ci sarà – ha spiegato a Zandvoort il direttore di gara, Michael Masi – alcun cambiamento regolamentare. Dopo la prima esperienza di Silverstone, abbiamo avuto delle discussioni molto interessanti con la partecipazione della Federazione e di tutti i team coinvolti ed è stato deciso che a Monza le regole resteranno le stesse. Dopo il secondo test, invece, ci riuniremo ancora per valutare se è possibile effettuare qualche cambiamento in vista del terzo esperimento”. Pur senza ancora una comunicazione ufficiale, è praticamente certo che – coronavirus permettendo – la prossima Sprint Qualifying si correrà a San Paolo nel weekend del Gp del Brasile del 14 novembre.


Pubblicato da Salvo Sardina, 06/09/2021

Tags
ItalianGP 2021
Logo MotorBox