Domenicali, dall'euforia F1 Sprint ai programmi futuri
Formula 1

Domenicali, entusiasmo F1 Sprint: "Ora la gente penserà 'Che noia il vecchio venerdì'"


Avatar di Salvo Sardina , il 26/07/21

1 mese fa - Sprint Qualifying: il boss F1 è entusiasta dell'esperimento. E per il futuro...

Sprint Qualifying: il boss della Formula 1 è entusiasta dell'esperimento Silverstone. E per il futuro spunta l'idea di introdurre il format in pianta stabile (con alcune modifiche)

ESPERIMENTO RIUSCITO La maggior parte degli appassionati di vecchia data non vede di buon occhio la novità ed è chiaro, dopo il primo esperimento messo in atto nel weekend di Silverstone, che il format della F1 Sprint abbia bisogno di alcuni ritocchi: se il venerdì è unanimemente apprezzato da tutti, le PL2 del sabato mattina e lo scarso movimento della Sprint Qualifying dopo il primo giro pongono dei dubbi legittimi sulla scelta di proseguire senza modifiche. Il management della categoria, però, sembra essere entusiasta del test britannico e, dopo aver ufficialmente stabilito una seconda prova nel Gp d’Italia a Monza, continua spedito verso l’introduzione in pianta stabile del nuovo format.

F1 GP Gran Bretagna 2021, Silverstone: Max Verstappen (Red Bull) saluta il pubblico dopo la F1 Sprint F1 GP Gran Bretagna 2021, Silverstone: Max Verstappen (Red Bull) saluta il pubblico dopo la F1 Sprint

PARLA IL CEO Parola di Stefano Domenicali, l’ex team principal della Ferrari che dal 1° gennaio 2021 ha preso il timone della Formula 1 raccogliendo l’eredità di Chase Carey. Il manager imolese, intervistato da La Gazzetta Dello Sport, ha espresso grande soddisfazione per il primo weekend “Sprint” della storia: “Sapete qual è la cosa migliore? Che venerdì, in Ungheria, la gente penserà ‘Quanto è noioso il fine settimana tradizionale!’. Negli Stati Uniti sono tutti entusiasti per la Sprint Qualifying, gli americani amano lo show e la competizione di questo tipo. E anche io sono al 100% a favore del nuovo format di qualifiche... Abbiamo avuto finalmente il coraggio di proporre qualcosa di differente e quest’attitudine è largamente apprezzata da coloro che potrebbero essere potenziali nuovi fruitori del prodotto F1. Offriamo contenuti diversi e, specie per quelli che vengono in pista in tutti e tre i giorni del fine settimana, è una cosa fantastica perché c’è qualcosa di importante in ogni giornata di attività”.

VEDI ANCHE



F1, GP Gran Bretagna 2021: un momento della Sprint Race F1, GP Gran Bretagna 2021: un momento della Sprint Race

IL FUTURO DELLA F1 SPRINT Domenicali, pur soddisfatto dall’esperimento, non esclude tuttavia la possibilità di apportare modifiche al format testato a Silverstone: “Analizzeremo i dettagli e il feedback che ci è stato dato dalla comunità di esperti, dai tifosi, dai commentatori tv e ovviamente dai piloti. L’obiettivo è quello di mettere a posto quello che si può mettere a posto in vista di Monza, e poi trarre delle conclusioni al termine del terzo weekend sperimentale, per vedere cosa possiamo fare a partire dal 2022. Il concetto di poleman derivante dalla gara? Sì, nella storia della Formula 1, la pole position va a chi fa il giro più veloce, ma è anche vero che le cose possono cambiare. Basti pensare all’Halo e a quante persone erano contrarie all’introduzione del dispositivo, che oggi nessuno più contesta. Di sicuro è una valutazione che faremo, ma è anche bello vedere come i piloti abbiano approcciato la Sprint Qualifying, il che di sicuro non è una sorpresa per me… So che amano correre e so che preferiscono una gara a un venerdì di long run”.

Stefano Domenicali, dal 1° gennaio 2021 è il Ceo della Formula 1 Stefano Domenicali, dal 1° gennaio 2021 è il Ceo della Formula 1

GRAND SLAM Insomma, se da un lato pare scontato che la F1 andrà avanti anche nei prossimi anni con il format rivoluzionario, non è così certo che le garette del sabato (e le sessioni che le precedono) avranno un regolamento identico a quello già visto in Gran Bretagna. A confermarlo è stato anche il Direttore di gara FIA, Michael Masi, che dopo il fine settimana inglese ha spiegato che “Per Monza ci siederemo attorno a un tavolo e apporteremo le modifiche necessarie. Da parte della Fia e della F1 è sempre stato chiaro che avremmo assistito al primo test per poi pensare agli eventuali correttivi”. Possibile, ad esempio, ma non per quest’anno, l’aumento dei punti assegnati, in modo da allargare l’azione anche alle posizioni al ridosso del podio. Ancora da decidere, inoltre, se l’eventuale introduzione del nuovo format sarà per tutti gli appuntamenti o solo per alcune gare selezionate, che formerebbero una sorta di Grand Slam tennistico in quattro o cinque tappe speciali. “La mia idea – ha concluso Domenicali – è quella di promuovere la gara di qualifica solo in alcuni eventi ma, se ci sarà la convinzione che la F1 Sprint debba essere applicata a tutti i Gp, non avrò niente in contrario. Valuteremo ciò che è meglio fare al termine della stagione”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 26/07/2021

Tags
Vedi anche
Logo MotorBox