F1 Monaco, Binotto: "Fatti errori, ma la gara non è finita"
F1 2022

F1 Monaco, Binotto non ci sta: "Abbiamo sbagliato, ma per noi la gara non è finita"


Avatar di Salvo Sardina , il 29/05/22

1 mese fa - Le parole a caldo del team principal della Ferrari dopo il GP Monaco 2022

Il team principal della Ferrari spiega la strategia che ha stroncato la gara di Leclerc. E recrimina per la mancata penalità delle due Red Bull, che ha portato a un reclamo ufficiale
Benvenuto nello Speciale MONACOGP 2022, composto da 28 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MONACOGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

Partire con due macchine in prima fila e poi portare a casa solo un secondo e un quarto posto non è certo un risultato di cui andare fieri. Specie se ottenuto nel GP di Monaco, su un circuito dove, storicamente, i sorpassi sono una rarità, il passo gara conta in maniera relativa e tutto, o quasi, si decide con le strategie del muretto box. Un risultato che lascia gli uomini Ferrari con un enorme carico di delusione e recriminazioni e che dilata il ritardo in classifica dalla Red Bull e dal rivale Max Verstappen, oltre a scontentare l’eroe del weekend, un Charles Leclerc che ha dominato anche sull’acqua, fino a quando, al diciottesimo giro, gli è stato chiesto di tornare ai box per passare su gomme Intermedie.

F1 GP Monaco 2022, Monte Carlo: Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) al comando nei primi giri F1 GP Monaco 2022, Monte Carlo: Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) al comando nei primi giri

PARLA BINOTTO Una delusione causata da evidenti errori di strategia che il team principal Mattia Binotto non ha nascosto. Intervenuto ai microfoni di Sky Sport F1 nell’immediato dopogara, l’ingegnere nato a Losanna ha ammesso di dover rivedere le scelte tattiche: “Oggi la macchina era competitiva ed è chiaro che qualcosa l’abbiamo sbagliata. Ci sono da analizzare almeno un paio di circostanze, di certo abbiamo sottostimato la velocità dei nostri avversari con le gomme intermedie e credo che forse avremmo dovuto fermare Leclerc un giro prima o addirittura non fermarlo per nulla, restando fuori e proteggere la posizione per poi andare direttamente su gomme d’asciutto. Ma sono tutte analisi che faremo a posteriori, a caldo a volte si è presi dalle emozioni, ma ha ragione Charles quando dice che non ha funzionato qualcosa se, dal primo posto, poi finisci quarto”.

F1 2022, GP Monaco: i primi giri di gara con Ferrari e Red Bull ai primi 4 posti F1 2022, GP Monaco: i primi giri di gara con Ferrari e Red Bull ai primi 4 posti

VEDI ANCHE



LA TATTICA FERRARI Binotto ha poi analizzato più nel dettaglio la tattica di gara che ha portato Leclerc e Sainz a fermarsi in un doppio pit-stop al giro 21, con la conseguente perdita di un’altra posizione a vantaggio di Verstappen: “Era tutt’altro che scontato scegliere in quel momento, è chiaro che non dovevamo anticipare le scelte ma aspettare le mosse degli altri. Loro si sono fermati per le intermedie, sono stati più rapidi di quanto pensassimo e l’idea era quella di fermarsi con Carlos, ma abbiamo capito subito che con lui avremmo perso la posizione. Quindi ci siamo fermati un giro dopo con Charles, quando ormai non serviva più. Hanno anche entrambi trovato del traffico e credo che questo sia, tra l’altro, valsa la vittoria a Sainz, perché senza il blocco di Latifi avrebbe vinto e non si parlerebbe d’altro. Sono comunque eventi che possono capitare ed è chiaro che, se questo ci permette di diventare ancora più forti, allora è bene che sia capitato”.

F1 2022, GP Monaco: la prima sosta di Leclerc F1 2022, GP Monaco: la prima sosta di Leclerc

LA QUESTIONE LINEA GIALLA Non manca poi un accenno alla questione della linea gialla, toccata o attraversata dalle due Red Bull di Perez e Verstappen in uscita dai box. Una vicenda che tiene aperta una piccola speranza di poter ribaltare il risultato nel caso in cui arrivasse una penalizzazione ai due piloti della scuderia rivale: “Perdere la gara ci dispiace, abbiamo commesso degli errori. Ma ci dispiace anche per altre circostanze, ci sono cose che vorremmo rivedere. La riga gialla? Per noi è abbastanza evidente quello che è successo, ed è capitato anche in passato che ci fossero cinque secondi di penalità, per cui non capiamo questa passività da parte della Federazione in questo caso. Per noi la gara non è finita, ci sono delle cose che vogliamo poter chiarire”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 29/05/2022
Tags
MonacoGP 2022
Logo MotorBox