Dramma alla Dakar: incidente mortale nel corso dell'ultima tappa
Dakar 2022

La Dakar si chiude con una tragedia: muore il ventenne Quentin Lavalée


Avatar di Luca Manacorda , il 14/01/22

6 mesi fa - Una tragedia ha rovinato l'ultima giornata della Dakar 2022

Un incidente nell'ultima tappa è costato la vita a un giovane meccanico del team PH Sport
Benvenuto nello Speciale DAKAR 2022, composto da 29 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario DAKAR 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

FINALE DRAMMATICO La giornata di festa della Dakar 2022, conclusasi oggi a Gedda, è stata rovinata dalla notizia di un tragico incidente avvenuto durante l'ultima tappa. Alle 11:30 ora locale, al chilometro 234 della Bisha-Gedda, secondo quanto ricostruito dalla polizia locale è avvenuto uno scontro tra un veicolo di assistenza e un camion locale. Il conducente della vettura, il 20enne Quentin Lavalée, è morto nell'incidente.

GIOVANE CAPO MECCANICO Il ragazzo era membro del team PH Sport e partecipava alla Dakar nel ruolo di capo meccanico della Peugeot 205 Turbo 16 (foto copertina) in gara nella Dakar Classic. Guidata da Rudy Jacquot, la vettura ha chiuso 25esima nella classifica riservata alle vetture storiche. Nell'incidente è rimasto ferito anche il belga Maxime Frère, passeggero della vettura guidata da Lavalée. La notizia della tragedia è stata confermata dagli organizzatori della Dakar, i quali hanno espresso le loro condoglianze alla famiglia del giovane meccanico e a tutto il team PH Sport.

VEDI ANCHE



UN TRAGICO BILANCIO Nonostante gli enormi progressi in termini di sicurezza, la Dakar si conferma una manifestazione molto pericolosa non solo per i piloti, ma anche per i membri dei team al seguito. Il nome di Lavalée si aggiunge a una lunga lista che comprende altre 76 persone decedute nelle varie edizioni della competizione nata nel 1979 tra piloti, copiloti, meccanici e spettatori. Tra questi, ricordiamo gli italiani Giampolo Marinoni, motociclista morto nell'edizione del 1986, e Fabrizio Meoni, anche lui protagonista tra le due ruote e deceduto nella Dakar del 2005.


Pubblicato da Luca Manacorda, 14/01/2022
Tags
Dakar 2022
Logo MotorBox