Verstappen, problemi al Drs causati da componenti super leggere
F1 2022

Red Bull: i problemi al Drs di Verstappen causati da un nuovo dispositivo super leggero


Avatar di Salvo Sardina , il 23/05/22

1 mese fa - Marko conferma: la dieta della RB18 ha causato il malfunzionamento del Drs

Helmut Marko conferma che è stata proprio la dieta della RB18 a causare i capricci del sistema Drs sulla monoposto di Verstappen nel GP Spagna 2022
Benvenuto nello Speciale SPANISHGP 2022, composto da 25 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SPANISHGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

Il problema al Drs che ha condizionato tutto il fine settimana spagnolo del campione del mondo Max Verstappen, potrebbe essere correlato alla… dieta della sua RB18. Un problema che era già emerso in passato e che, sul finale della stagione 2021, aveva portato i tecnici di Milton Keynes a irrobustire il dispositivo di ala mobile per evitare che Max rischiasse uno stop in un momento cruciale della lotta contro la Mercedes di Lewis Hamilton. Evidentemente, in Red Bull ci hanno riprovato anche quest’anno a migliorare e alleggerire il sistema, con conseguenze piuttosto evidenti sul GP di Spagna dell’olandese, costretto a variare la strategia per riuscire a scavalcare la Mercedes di George Russell a causa di un’ala mobile che spesso non si apriva correttamente.

F1 GP Spagna 2022, Barcellona: Max Verstappen (Red Bull) in lotta con George Russell (Mercedes) F1 GP Spagna 2022, Barcellona: Max Verstappen (Red Bull) in lotta con George Russell (Mercedes)

IL DRS SUPER LEGGERO NON VA A confermare che il problema patito da Verstappen potrebbe essere legato all’utilizzo di nuove componenti più leggere è stato Helmut Marko. Il manager austriaco ha anche confermato come il nuovo Drs non fosse, invece, montato sulla monoposto di Perez, non a caso risparmiato dai capricci del meccanismo: “Non sempre riesci a costruire tutte le nuove parti per entrambe le monoposto. In questo caso, avendo un problema di peso, abbiamo iniziato a usare materiali più leggeri e probabilmente sul Drs abbiamo raggiunto il limite, perché le parti flettono alle alte velocità e non hai più la rigidezza necessaria al corretto funzionamento del sistema. È un po’ come camminare sul filo, di certo bisogna considerare l’eventualità di essere più conservativi in futuro. C’è da dire che, a Monte Carlo, due kg in più o in meno non fanno la differenza”.

VEDI ANCHE



Formula 1: Chris Horner, Max Verstappen ed Helmut Marko (Red Bull) Formula 1: Chris Horner, Max Verstappen ed Helmut Marko (Red Bull)

IL SORPASSO IN CLASSIFICA Marko, ex pilota oggi a capo dell’Academy per giovani piloti della Red Bull oltre che consulente e braccio destro del patron Dietrich Mateschitz, ha poi applaudito la squadra per l’incredibile lavoro svolto che, dopo i ritiri nelle prime gare (tre ko per motivi tecnici tra Sakhir e Melbourne), ha permesso al team di compiere il sorpasso sulla Ferrari in entrambe le classifiche iridate: “Dopo il secondo ritiro di Max (nel GP Australia, ndr), tutti quanti hanno detto che il Mondiale era ormai finito per noi. Ma io ho sempre sostenuto che c’era ancora tanto tempo e molte gare per recuperare. Ero sicuro che saremmo tornati”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 23/05/2022
Tags
SpanishGP 2022
Logo MotorBox