F1, GP Spagna 2022, le pagelle di Barcellona
F1 2022

GP Spagna 2022, le pagelle di Barcellona


Avatar di Simone Valtieri , il 22/05/22

1 mese fa - Le pagelle di MotorBox dopo il GP di Spagna 2022 al Montmelò

Le pagelle di MotorBox dopo il GP di Spagna 2022 al Montmelò
Benvenuto nello Speciale SPANISHGP 2022, composto da 25 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SPANISHGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LE PAGELLE DI BARCELLONA La Formula 1 approda sulla pista più conosciuta dai piloti, quella di Barcellona, dove si svolgono i test pre-stagionali e dove si porta il maggior numero di aggiornamento. Di seguito troverete, subito dopo la gara, i voti e le pagelle dei 20 piloti impegnati nel Gran Premio di Spagna.

Clicca qui per leggere la cronaca del GP di Spagna, vinto da Max Verstappen

CHARLES LECLERC - VOTO 10 Prima o poi doveva arrivare un colpo di sfortuna, ed è arrivato nel giorno in cui stava facendo una gara perfetta, che avrebbe vinto a mani basse. E invece la Formula 1 è così, e nel momento in cui sei più in alto, è anche più facile cadere. Un guasto tecnico mentre era primo, dopo una partenza perfetta – nella quale aveva chiuso la porta in faccia a Verstappen – e dopo essere andato via sul ritmo. Tra sette giorni c’è Monaco, può solo pensare di potersi rifare lì.

MAX VERSTAPPEN - VOTO 9 Il voto in meno è per l’errore fatto nel momento più difficile della gara, quando era secondo e ha forzato per tenere il passo di Leclerc, finendo sulla ghiaia in curva 4. Ma da lì in poi è stato il solito, implacabile, Max. Non è riuscito a passare Russell (un altro che presto sarà trattato da fenomeno, alla sua stregua) solo a causa dei grossi problemi al DRS, ma grazie alla saggezza della strategia, e a un passo supersonico, ha rimesso in piedi una domenica che è passata da dimenticabile a memorabile.

GEORGE RUSSELL - VOTO 10 Con la terza macchina in pista, ha fatto la gara perfetta. Al via ha passato subito Sainz e si è messo davanti a Perez senza farlo passare, poi quando Verstappen ha sbagliato, ha tenuto dietro anche lui senza commettere neanche una sbavatura. Alla fine si è dovuto arrendere alle Red Bull quando hanno cambiato le gomme, passato prima da Perez in una situazione di svantaggio di mescola, e poi da Verstappen di strategia, ma oggi, veramente, ha dimostrato di essere uno di quelli lì. Di quelli lì forti forti.

SERGIO PEREZ - VOTO 8 In partenza ha subito passato Sainz, sfruttando l’errore del ferrarista, poi ha avuto molte difficoltà a passare Russell, riuscendoci solo dopo la sosta con gomma più fresca. Non ha potuto far vedere le sue doti di “difensore” contro Verstappen per via degli ordini di scuderia, ma d’altra parte, se pensava di firmare per la Red Bull potendo lottare con Max, forse è stato fin troppo ottimista. Bella gara per lui oggi, premiata comunque con un ottimo bottino di punti.

LEWIS HAMILTON - VOTO 8 Se non fosse stato per il contatto al via con Magnussen, oggi Lewis aveva il passo del compagno e, praticamente, quello di tutti i migliori, tranne Leclerc. Alla fine è riuscito a risalire dall’ultima alla quarta posizione, superando nel finale anche la Ferrari di uno spentissimo Sainz, dovendogliela poi ri-cedere per problemi con il consumo di benzina. Peccato, avremmo voluto vederlo lottare là davanti, la gara sarebbe stata ancor più bella. 

CARLOS SAINZ - VOTO 4 Per tutto il weekend non è stato sul passo del compagno. Al di là dell’errore in partenza (quando ha perso due posizioni) e di quello in curva 4, quando si è girato in testacoda scivolando fino all’11° piazza, non ha proprio avuto il ritmo. Ha fatto tantissima fatica a riprendere e superare Bottas, e non è riuscito minimamente a impensierire Russell né a difendersi da Hamilton (poi, comuque, torna quarto per i problemi di benzina del britannico). Se non vuole essere già considerato il secondo di Leclerc, deve inventarsi qualcosa o rischia di fare la fine di Barrichello e Massa (con Schumacher) e Raikkonen (Con Vettel e Leclerc).

VALTTERI BOTTAS - VOTO 8 Un Valtteri perfetto, che non può nulla nel finale contro Sainz e Hamilton, ma che vince a mani basse il gran premio degli altri. Dalla settima posizione in griglia approfitta delle sventure del suo ex compagno Hamilton e di quelle dei ferraristi Leclerc e Sainz per mettersi ai piedi del podio fino a pochi giri dal termine, poi sarà sesto, comunque una posizione che l’Alfa Romeo non frequenta spesso.

ESTEBAN OCON - VOTO 7,5 Una gran bella giornata per Esteban Ocon, che scattava dalla 12° posizione e che ha messo subito in chiaro di voler fare una bella gara: balzato in nona piazza già nel corso del primo giro, ha passato in pista diversi piloti (Ricciardo, Mick Schumacher) e non avendo il passo di Bottas, si è messo lì in protezione, riuscendo a non farsi mai riprendere da Norris. Un settimo posto molto positivo per lui e per l’Alpine.

VEDI ANCHE



GLI ALTRI IN BREVE

LANDO NORRIS - VOTO 7 In una condizione di salute precaria (è stato male tutto il giorno) chiude ottavo sbeffeggiando il compagno di squadra e facendo pure qualche sorpasso in pista.

FERNANDO ALONSO - VOTO 7,5 Peccato sia partito dall’ultima posizione, battezza comunque il nuovo motore con una bella rimonta. La sensazione è che non potesse fare di più!

YUKI TSUNODA - VOTO 6,5 Una buona prestazione per Tsunoda, che battaglia in pista e si toglie lo sfizio di chiudere ben davanti al compagno. Il punticino dà fiducia per il futuro.

SEBASTIAN VETTEL - VOTO 6,5 L’Aston Martin non lo aiuta, ma in fin dei conti partiva 16° ed è giunto 11°, con una buona gara. Come per Alonso, la sensazione è che non potesse fare di più.

DANIEL RICCIARDO - VOTO 4 Ormai è il ritratto sbiadito del pilota che era. Ora arriva Monaco, la sua pista preferita. Se non si riprende lì sarà dura. Oggi? 12° e doppiato.

PIERRE GASLY - VOTO 5 Oggi ha faticato tantissimo, non ha mai avuto il passo, e non è mai stato chiaramente in lotta per i punti. In più l’episodio con Stroll. Resettare e ripartire.

MICK SCHUMACHER - VOTO 6 I punti non arrivano neanche oggi. Fa una bellissima partenza (da P10 a P6!), ma poi non funzionano né le gomme, né la strategia e scivola indietro. Ci riproverà.

LANCE STROLL - VOTO 5,5 La sua gara è stata rovinata dal contatto con Gasly, in ogni caso non sarebbe arrivato molto più avanti della 15° posizione nella quale ha chiuso.

ALEX ALBON - VOTO 5 Arriva ultimo, staccato anche dal compagno. Non una giornata positiva per il talentuoso thailandese. La Williams, in ogni caso, non è mai stata competitiva.

NICHOLAS LATIFI - VOTO 6 Considerando il valore della sua auto, anche semplicemente essere riuscito a battere il compagno, è un buonissimo risultato. Per una volta, non fa errori.

KEVIN MAGNUSSEN - VOTO 5 Gara rovinata al via dal contatto con Hamilton, poi riparte dall’ultima posizione ma non riesce mai a tornare in gara. Supera solo Albon.

GUANYU ZHOU - VOTO 5 Con la stessa macchina con cui Bottas ha fatto un “garone”, lui perde tre posizioni in partenza, per poi ritirarsi per un problema tecnico.


Pubblicato da Simone Valtieri, 22/05/2022
Tags
SpanishGP 2022
Logo MotorBox