Autore:
Giulio Scrinzi

SUBITO IN TESTA Il weekend austriaco sul Red Bull Ring è iniziato nel migliore dei modi per Lewis Hamilton: il Campione della Mercedes, infatti, si è subito issato in testa alla classifica dei tempi già nel primo turno di libere, riconfermandosi poi anche nel secondo grazie al miglior crono di giornata di 1'05''483. L'impressione, però, è che Hammer si stia conservando per le qualifiche di domani, dal momento che il miglioramento tra un turno e l'altro è stato solo di mezzo secondo.

VETTEL TRA LE MERCEDES Dietro di lui si è piazzata la prima delle Ferrari di Sebastian Vettel, distante dalla vetta di soli 147 millesimi e stretto nella morsa delle Frecce d'Argento dalla seconda W08 di Valtteri Bottas, terzo. La differenza tra le due monoposto? A primo impatto sembra che i problemi che hanno afflitto le Mercedes siano stati risolti, visto che si sono dimostrate efficaci sia nei long run che in assetto di qualifica, mentre le due Rosse di Maranello pare che stiano soffrendo a tenere il loro passo.

RED BULL A INSEGUIRE Quarto e quinto tempo assoluto per le monoposto di casa, vale a dire le due Red Bull rispettivamente di Max Verstappen e di Daniel Ricciardo. Le due RB13 devono ancora trovare la quadra per spiccare finalmente il volo e quindi, per il momento, sono costrette a inseguire il treno dei migliori. Quantomeno si sono tolte la soddisfazione di mettersi dietro la seconda Ferrari di Kimi Raikkonen: il finlandese si è concentrato su alcune prove di durata per verificare quale sia la migliore mescola in ottica gara, visto che ha portato a termine ben 53 giri in totale.

GAP IMPORTANTE A seguire troviamo la prima delle HAAS di Kevin Magnussen, settimo ma già oltre il secondo di distacco dal miglior tempo di Hamilton. Ottava, invece, la McLaren di Fernando Alonso, che nell'ultima parte di sessione si è reso protagonista di un'escursione nella ghiaia con tanto di testacoda. Hanno completato la top ten la Renault di Nico Hulkenberg, nono, e la seconda VF-17 di Romain Grosjean.

FUORI DAI PRIMI DIECI Hanno deluso, invece, entrambe le Force India, con Esteban Ocon appena fuori dai primi dieci e Sergio Perez 17esimo. Non è andata meglio alle due Williams, che non hanno potuto apprezzare alcun miglioramento dal nuovo pacchetto aerodinamico portato direttamente dalla casa madre: Massa, infatti, è arrivato 14esimo, mentre Stroll 16esimo. Hanno convinto poco anche le due Toro Rosso di Daniil Kvyat (13esimo) e di Carlos Sainz Jr (15esimo).

CLASSIFICA DI GIORNATA Qua di seguito la classifica dei tempi aggiornata al secondo turno di prove libere sul circuito del Red Bull Ring austriaco.

PILOTA TEAM TEMPO GAP
1. Lewis Hamilton Mercedes 1'05''483  
2. Sebastian Vettel Ferrari 1'05''630 +0.147
3. Valtteri Bottas Mercedes 1'05''699 +0.216
4. Max Verstappen Red Bull Racing 1'05''832 +0.349
5. Daniel Ricciardo Red Bull Racing 1'05''873 +0.390
6. Kimi Raikkonen Ferrari 1'06''144 +0.661
7. Kevin Magnussen HAAS 1'06''591 +1.108
8. Fernando Alonso McLaren-Honda 1'06''732 +1.249
9. Nico Hulkenberg Renault 1'06''735 +1.252
10. Romain Grosjean HAAS 1'06''763 +1.280
11. Esteban Ocon Force India 1'06''849 +1.366
12. Stoffel Vandoorne McLaren-Honda 1'06''859 +1.376
13. Daniil Kvyat Toro Rosso 1'06''906 +1.423
14. Felipe Massa Williams 1'07''065 +1.582
15. Carlos Sainz Jr Toro Rosso 1'07''100 +1.617
16. Lance Stroll Williams 1'07''468 +1.985
17. Sergio Perez Force India 1'07''509 +2.026
18. Jolyon Palmer Renault 1'07''623 +2.140
19. Pascal Wehrlein Sauber 1'08''782 +3.299
20. Marcus Ericsson Sauber 1'08''870 +3.387

TAGS: formula 1 sebastian vettel kimi raikkonen valtteri bottas lewis hamilton f1 F1 2017 max verstappen daniel ricciardo formula 1 2017 f1 2017 gp austria