Autore:
Giulio Scrinzi

INSODDISFATTO Al termine del GP d'Austria, Sebastian Vettel si è presentato in conferenza stampa ammettendo di non essere stato particolarmente soddisfatto del suo secondo posto sotto la bandiera a scacchi. Infatti, se non fosse stato rallentato da Sergio Perez, il ferrarista ha ammesso che avrebbe potuto superare Valtteri Bottas e andare a vincere la corsa. Nei confronti del finlandese, inoltre, Seb ha sottolineato che alla partenza ha effettuato un jump start, non credendo ai fenomenali tempi di reazione della seconda guida della Mercedes.

HO I MIEI DUBBI... Ma sentiamo direttamente le parole di Sebastian Vettel: “Innanzitutto voglio dire che, secondo me, Valtteri Bottas ha effettuato un jump start in partenza: so che non sarò io a giudicare il suo comportamento, ma questo è quello che penso. Da parte mia, forse, sono scattato un po' in ritardo perchè facevo fatica a tenere le mani sul volante”.

E SONO DELUSOPer quanto riguarda la gara, mi dispiace veramente tanto non aver potuto vincere – ha continuato il tedesco della Ferrari – Nel primo stint sentivo poco la mia monoposto, mentre nel secondo l'ho trovata molto più comunicativa. Peccato che ho accusato del blistering con le Supersoft e ho perso tempo dietro a Perez: senza questi problemi avrei ripreso Bottas. Alla fine sono riuscito ad allungare su Hamilton... ma io volevo vincere!”.


TAGS: formula 1 sebastian vettel f1 F1 2017 scuderia ferrari formula 1 2017 f1 2017 gp austria