Supercar:

Bugatti Veyron 16.4 Grand Sport


Avatar di Luca Cereda , il 25/08/08

13 anni fa - Il brivido dell'alta velocità col vento nei capelli

E' l'auto da strada più veloce che sia stata realizzata e, nella nuova versione, regala pure il brivido dell'alta velocità col vento nei capelli. Con tettuccio removibile e la scocca rinforzata, la Veyron accontenta i suoi clienti diventando ancora più supersportiva. E cara...

Benvenuto nello Speciale SPECIALE SALONE DI PARIGI 2008, L'ELENCO AGGIORNATO, composto da 64 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SPECIALE SALONE DI PARIGI 2008, L'ELENCO AGGIORNATO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

PENSIERO STUPENDO Il sogno di possedere l'auto da strada più veloce del pianeta non costa nulla. Possedere un'auto da sogno come quelle che hanno sfilato al concorso d'eleganza di Pebble Beach (California), invece, può costare fino a 1.400.000 euro. In passerella c'era anche  la nuova versione della Bugatti Veyron, lussuosa reginetta dello zero-cento fuori dalla pista. Carrozzeria ultraleggera ma resistente alla torsione, per aumentare la sicurezza quando da gestire ci sono oltre mille cavalli. Il brivido si gode con il vento nei capelli, oggi, sulla Veyron Grand Sport con tetto rimovibile. Esperienza esclusiva di pochi, fortunati ed esigenti acquirenti.

TRE VELOCITA' Giunge direttamente dai danarosi affezionati della Veyron la richiesta di poter guidare "open air". Bugatti li ha immediatamente accontentati con l'inserto di un tetto in lamiera completamente estraibile. Grazie a questa nuova soluzione, e grazie a un tettuccio in tela che si estrae dal bagagliaio e si apre come un ombrello, diventano tre le possibili configurazioni della Veyron. Altrettanti ,sono i picchi di velocità raggiungibili da ciascuna configurazione: con il tetto in lamiera, il tachimetro entra nel guinness potendo portare la lancetta fino a 407 km/h, mentre in cabrio non si va oltre - si fa per dire - i 360 km/h; il tettuccio in tela, infine,  costringe la Veyron a rimanere entro i limiti autostradali (130 km/h).

VEDI ANCHE



LEGGERA, MA SOLIDA La rivisitazione della supercar di Bugatti non finisce sul tetto.  Sotto, la struttura del monoscocca è stata rinforzata nelle zone laterali e intorno al tunnel di trasmissione, sotto il quale alloggia una lamiera in carbonio che assicuri alla Veyron minore flessione torsionale rispetto ad ogni altra roadster. Ai lati, anche le portiere si irrobustiscono grazie all'innesto di un'altra lastra in fibra di carbonio, mentre le prese d'aria , che a tetto scoperto sormontano i due sedili, sono state ingrandite a beneficio del potente motore. Per il resto, un lieve ritocco al disegno dei gruppi ottici anteriori (meno allungati), ma nessuno stravolgimento delle linee.

QUANDO E QUANTO Se siete tra i paperon de' paperoni per i quali il sogno è a portata di portafoglio, armatevi  di pazienza: la Veyron 16.4 Grand Sport non sarà acquistabile prima di marzo 2009. Solo allora potrete alleggerirvi di 1.400.000 euro (tasse escluse) e mettere le mani sul volante di questo gioiello, assemblato pezzo su pezzo a Molsheim, in Alsazia, sede della casa madre. Sappiate però che la Veyron Grand Sport sarà prodotta in serie limitata di soli 150 esemplari. Cinquanta di questi verranno riservati a clienti selezionati Bugatti, mentre il primo della serie sarà messo all'asta per poi donare il ricavato in beneficenza.


Pubblicato da Luca Cereda, 25/08/2008
Gallery
Speciale Salone di Parigi 2008, l'elenco aggiornato
Logo MotorBox