Prova

Mercedes CLA 45 AMG


Avatar di Mario Cornicchia , il 23/02/14

7 anni fa - In pista, con la coda si scoda

Con la sorella senza coda A, la Mercedes CLA 45 AMG condivide tutta la meccanica e le prestazioni, ma non la politica di prezzo

Benvenuto nello Speciale TUTTE LE PROVE AUTO DEL 2014, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TUTTE LE PROVE AUTO DEL 2014 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

COM’E’ Dopo la versione AMG della Classe A arriva anche la sua variante con la coda, la Mercedes CLA 45 AMG, che riprende pari pari l’estetica e la meccanica della A. A livello di look cambiano i paraurti, l’anteriore più profilato e più forato per fare respirare il motore e il posteriore con estrattore e doppia coppia di tubi di scarico quadrati. Sotto le portiere si allungano minigonne pronunciate, i cerchi sono da 18 pollici gommati 235/40 e gli interni, in pelle ecologica e microfibra, trovano accenti rossi e alluminio per sottolineare l’anima sportiva.

TRAPIANTO RIUSCITO Sul fronte meccanico, la condivisione della Mercedes CLA 45 AMG con la Classe A è totale. A partire dal motore, il due litri turbo twin scroll da 360 cavalli e 450 Nm di coppia massima per 4,6 secondi sullo 0-100 km/h e 250 km/h di velocità massima. A questo quattro cilindri Euro 6 è abbinato il cambio doppia frizione Speedshift a sette marce e la trazione integrale on demand 4MATIC tarata da AMG. Anche l’assetto è totalmente rivisto da AMG mentre ai freni ha pensato Brembo. Anche il servosterzo elettromeccanico è tarato da AMG.

Con la Classe A AMG la Mercedes CLA 45 AMG non condivide la politica di prezzo. Ai 44.000 euro della A è necessario aggiungere più di 13.000 euro per raggiungere il 57.695 euro necessari all’acquisto della Mercedes CLA 45 AMG. Un posizionamento dettato dal marketing, da C 63 AMG scontata più che da A AMG con la coda. Anche perché al corposo aumento di prezzo non corrisponde un altrettanto corposo aumento della dotazione di serie che rimane ridotta all’osso come sulla A AMG, a partire da climatizzatore a regolazione manuale.

VEDI ANCHE



HABITAT NATURALE Se alla prova della Classe A AMG non avevo spinto al limite su strada aperta, ora con la Mercedes CLA AMG ho l’occasione di mettere alla prova il suo telaio su pista, oltretutto bagnata da pioggia battente. Su una pista molto guidata, tutta curve come quella dell’Autodromo di Modena. Due chilometri con soltanto 400 metri di rettilineo con curve a chiudere e staccate in contropendenza.

BUONA LA SECONDA Lo vedo come un circuito lento, sono prevenuto e i primi giri tendo a usare molto la seconda, anche se spesso il cambio si rifiuta di metterla in scalata. In seconda le curve si possono affrontare anche piuttosto aggressivi e la trazione 4MATIC gestisce bene tutta la potenza e la coppia, con un sottosterzo tutto sommato limitato, tenendo presente la cavalleria e l’asfalto bagnato.

MEGLIO LA TERZA Inizio a conoscere il circuito e inizio a usare molto la terza, in quasi tutte le curve. Sono molto più veloce e il quattro cilindri mi tira sempre fuori dalle curve senza buchi e senza esitazioni, anche con forza, tanto da provocare di più il sottosterzo che in seconda. Sono più veloce e la guida diventa più divertente, meno pulita. Con il sottosterzo gioco e inizio a divertirmi anche con il sovrasterzo. La Mercedes CLA 45 AMG, che aspettavo più neutra e più noiosa, si lascia guidare invece in maniera efficace anche con il gas. Tiro il sottosterzo e in rilascio provoco così anche un bel sovrasterzo che mi serve per inserirmi meglio nelle curve in serie, come la prima di quella sequenza che a Modena chiamano il cavatappi, richiamandosi a quello più famoso (e cavatapposo) di Laguna Seca.

GIOCO SPORCO Guidata sporca la Mercedes CLA 45 AMG diventa efficace e divertente. Anche i controlli inseriti lasciano giocare parecchio, con la coda che si lascia scivolare verso l’esterno fino a una certa angolazione, quanto basta per godere un po', trovando la traiettoria corretta per affrontare la curva successiva. In accelerazione, sul bagnato, la coda parte un poco verso l’esterno quando si pigia a fondo con le marce basse. La frenata Brembo è tosta, potente e facile da dosare anche in staccata quando, con la pista bagnata si sfrutta anche l’efficace ABS per sfruttare anche l’ultimo metro. Potente, affidabile e anche confortevole su strada, in pista e in condizioni difficili come bagnato e cavatappi emiliano, la Mercedes CLA 45 AMG è sempre sorprendentemente facile da gestire. E in pista si apprezza anche il sound: non è un il V8 delle 63 AMG ma il rombo si difende bene.


Pubblicato da M.A. Corniche, 23/02/2014
Gallery
Tutte le prove auto del 2014
Logo MotorBox