Autore:
Andrea Schiavina
Pubblicato il 02/05/2014 ore 08:53

INTRAMONTABILE Partiamo con una semplice equazione: la 883 sta al mondo delle custom come Sean Connery sta a James Bond. Preso atto di ciò, le custom possono piacere o meno ma ne esistono alcune universalmente riconosciute come intramontabili. Conservano il fascino nel tempo proprio perché, forse, a quel mondo sono loro che hanno conferito quell’immagine. Una di queste è l’Harley-Davidson 883 Iron, linee classiche e dettagli curati.

PER TUTTI Siete alla ricerca di una custom che conservi tutte le caratteristiche che storicamente contraddistinguono le moto di Milwaukee? Vi siete avvicinati da poco al mondo delle due ruote? Allora l’Harley-Davidson 883 Iron fa per voi. Il motore, nonostante rientri nei limiti della patente A2, ha carattere e coppia, la potenza giusta per non spaventare e divertirsi in scioltezza. Come anche la ciclistica: il peso c’è e si sente, ma tutto è abbastanza intuitivo e controllato. Peccato solo che le pedane grattino così presto

GOOD VIBES Se non avete ancora provato un’Harley correte in concessionaria e rimediate. Sono quasi certo che anche il più integralista degli smanettoni riuscirà ad apprezzarla. Piacevole e affascinante. Il motore vibra e vibra parecchio ma senza infastidire – alla lunga le good vibes risultano quasi piacevoli - e sentire l’inserimento della prima marcia al semaforo seguito dal sound nei primi metri è gratificante. La verità è che, dopo averla provata per un po’ e nonostante non sia un amante del genere, ho fatto fatica a separarmene. Non ho ancora capito che meccanismo scatti nel momento in cui ci si siede in sella all’Harley-Davidson 883 Iron, ma funziona. Ed è piacevole.

SEMPRE LEI, O QUASI Sì, conserva il soffietto sugli steli della forcella, lo so. Sembra sempre lei. In compenso c’è enorme differenza tra arrestare l’evoluzione tecnologica di una moto o fare il doppio dello sforzo per nasconderla. Che forti sti americani. A vederla sembra la stessa 883 di sempre o quasi. Poi quando vi danno le chiavi, notate che manca qualcosa…tipo le chiavi. La nuova generazione di Harley ha un intelligente sistema di antifurto dotato di portachiavi elettronico: quando ci si allontana si inserisce automaticamente. Assolutamente pratico ed evoluto. Anche tutti i cablaggi sono integrati (ABS compreso) per lasciare le linee della moto il più possibile pulite. Ecco, tecnologia sì, ma ben camuffata.

RIFERIMENTO Di fatto, la Iron rimane il riferimento di categoria. Sì, le rivali offrono un pacchetto a loro modo sensato, però l’Harley è l’Harley. Ci sono le vibrazioni, il bicilindrico tutta coppia, i dettagli curati. Se devo dirla tutta, i giapponesi ancora non sono ancora riusciti a replicare l'alchimia magica di Harley, che l'ha resa l’icona dellle moto custom. E questa Iron ne è l’esempio lampante.

IN QUESTO SERVIZIO

Casco CABERG DOOM LEGEND

Occhiali CABERG BY BERTONE

Giubbotto REV’IT

Guanti REV’IT

Jeans OJ BLUSTER

Stivali GAERNE VOYAGER AQUATECH

Foto di Andrea Schiavina


TAGS: Tutte le prove moto del 2014 XV950 vs 883 Iron VN 900 Custom