Test Drive

Sym Symphony 150S


Avatar Redazionale , il 01/07/14

7 anni fa - A zonzo con lo zanzarino marchiato Sym

Più piccolo di una zanzara, più agile di una gazzella e all’occorrenza anche abbastanza comodo. È il Sym Symphony 150S, lo scooter per divorare il traffico del casa ufficio

Benvenuto nello Speciale TUTTE LE PROVE MOTO DEL 2014, composto da 83 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TUTTE LE PROVE MOTO DEL 2014 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

ZANZARA GRIGIA Che costi poco, che sia abbastanza comodo, che non dia rogne e che sgusci nel traffico come una zanzara tra gli schiaffi delle sue vittime. Questi i requisiti che, nella mia testa, deve possedere un mezzo per il classico tragitto casa-ufficio. E che, così in prima battuta, possiede il Sym Symphony 150S. Quello assegnatomi è grigio topo, o canna di fucile, o, come lo chiamano in Sym, Dark Grey. Ma volendo, è disponibile anche bianco o nero. Non è particolarmente attraente visto parcheggiato (la strumentazione, tanto per dirne una, è quanto di più semplice e classico ci sia) ma è forse meglio così: con i tempi che corrono, gli scooterini vanno più a ruba degli iPhone.

OGGETTO DI REDAZIONE In redazione girano tante moto sportive, endurone, chi più ne ha più ne metta. Insomma il rischio che il Sym Symphony 150S accumulasse la polvere nel parcheggio era concreto, ma non è stato così. Tutt’altro, per muovermi tra ufficio e casa ho sempre scelto lui: perché è realmente agile, qualche chilo in più di un cinquantino e comunque i pesi tutti messi al posto giusto, ha motore quanto basta per la città e perché l’impegno mentale che richiede nella guida è nullo, grazie, tra le altre cose, alla sella bassa. Un po’ il contrario della GS Adventure parcheggiata affianco a lui, tanto per dirne una.

LO SPORTIVINO E poi l’ho sempre scelto perché è divertente, per essere un ronzino da città. Le sospensioni non digeriscono particolarmente bene il pavè e la sella è duretta; in compenso quando si ha fretta il Sym Symphony 150S è tra gli scooterini più sportivi. Vero, il motore non può dare più dei suoi 11 cv ma le sospensioni sono bene a punto, sostenute, e regalanoi una guida composta e rigorosa, soprattutto nelle curve più pulite.

VEDI ANCHE



FRULLINO Il motore ha il suo perché. Non ha picchi o scalini di potenza, ma è fluido. Buono anche l’attacco della trasmissione, il ritardo è contenuto e non c’è on-off, mentre il rumore di scarico è un po’ altino. La velocità massima che ho raggiunto è 100 km/h indicati; mettendosi in scia ai camion si vedono i 105 km/h ma non è pensabile che questa sia la velocità di crociera

TI CI AFFEZIONI In ogni caso va a finire che ti ci affezioni, al Sym. Non fa colpo e non dà nell’occhio ma quanto in fretta si arriva a destinazione! Pesa talmente poco (106 chili a secco) che sembra di essere su una bicicletta a motore. Se devo pensare a qualcosa che non mi piace, mi vengono in mente due cose: il sottosella (mi sarebbe piaciuto avere più spazio, prendete seriamente in considerazione il bauletto) e la frenata, un po’ spugnosa e senza l’ABS, accessorio ormai quasi indispensabile per affrontare le pessime strade metropolitane. Da valutare anche il parabrezza: sono 90 euro ben spesi.

MI PIACI COME SEI Efficiente, agile e facile. E costa pure poco: 1.800 euro più la messa in strada. Se si guarda il listino scooter, non ci sono molti competitor con un rapporto qualità/prezzo così alto. Lo ripeto, non è perfetto: le buche si sentono, perché è rigidino, la frenata non è al top e lo spazio di stiva è un po’ pochino. Tuttavia se si chiude un occhio su queste piccolezze, il pacchetto è molto completo.

IN QUESTO SERVIZIO
Casco SCORPION EXO 300
Giubbotto IXON MECHANICS
Guanti REV’IT
Jeans IXON EVIL
Scarpa TCX X-RAP WP


Pubblicato da Alessandro Codognesi, 01/07/2014
Gallery
Tutte le prove moto del 2014
Logo MotorBox