Autore:
Paolo Sardi

A VOLTE RITORNANO Nella collezione 2015 di BMW Motorrad torna prepotentemente alla ribalta una sigla che ha significato molto nella storia della Casa di Monaco: RS. Basti pensare che la R100RS del 1976 fu la prima moto di grande serie a montare una carenatura integrale studiata nella galleria del vento. Nei primi anni Novanta fu poi la R1100RS la prima moto a portare su strada la sospensione anteriore Telelever.

GIUSTO COMPROMESSO Rispetto alle sue antenate, la nuova BMW R1200RS 2015 si presenta come un modello meno rivoluzionario ma non per questo è meno ambiziosa in termini di successo sul mercato. In un momento in cui le sportive estreme sono un po’ in disgrazia, la R1200RS torna infatti a riproporre una formula potenzialmente vincente, quella della Sport Touring, con una mezza carena affilata ma protettiva al tempo stesso. La posizione di guida sembra studiata per avere un controllo totale in tutto relax, con un manubrio rialzato e pedane ben centrate rispetto a una sella sistemata a 820 mm da terra (ma in alternativa se ne possono ordinare altre tre, dai 760 agli 840 mm di altezza).

SOTTOSOPRA Sotto la carrozzeria, la BMW R1200 RS nasconde un inedito telaio in acciaio che usa come elemento stressato il motore. Quest’ultimo è il bicilindrico boxer già visto sulle GS e RT di ultima generazione, accreditato di 125 cv di potenza a 7.750 giri e di 125 Nm di coppia a 6.500 giri, con però una curva di erogazione più corposa ai bassi. Da un punto di vista ciclistico, la BMW R1200RS rinuncia allo schema Telelever lanciato dalla sua antenata in favore di una forcella telescopica upside-down, mentre al posteriore è confermato l’Evo Paralever.

HIGH TECH Sempre in materia di sospensioni, la RS può essere dotata di regolazione elettronica Dynamic ESA, con due tarature selezionabili in punta di dita, Dynamic e Road. Due sono anche le mappe motore a disposizione, Road e Rain ma acquistando come optional la modalità di guida Pro si possono avere anche i settaggi Dynamic e User, oltre al controllo elettronico della trazione DTC, che rappresenta un passo avanti rispetto all'ASC inserito nella dotazione standard con l'ABS. Diavolerie tecnologiche a parte, la BMW R1200RS può essere come sempre personalizzata attingendo a piene mani da un catalogo ricchissimo, di cui fanno parte - tra le altre cose - borse di ogni genere, manopole riscaldate, cambio elettroassistito, indicatori di direzione  Led e spoiler motore.


TAGS: bmw r1200rs 2015 intermot EICMA 2014: tutte le novità Salone di Colonia 2014: tutte le novità

Allegato Dimensione
La_nuova_BMW_R_1200_RS 21.pdf 77 Kb
La_nuova_BMW_R_1200_RS 22.pdf 65 Kb